Me

Pakistan, attentato contro un santuario sufi: 8 morti

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 8 Mag. 2019 alle 07:23 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:43
Immagine di copertina
Immagine di repertorio. Credit: AFP

Pakistan attentato santuario – Almeno 8 persone sono morte in un attentato diretto contro gli agenti che presidiavano un importante santuario musulmano sufi nella città di Lahore, in Pakistan: lo riferiscono le forze dell’ordine locali.

Al momento dell’esplosione più di 100 persone erano all’interno del luogo sacro, secondo quanto affermato dal capo della polizia della città di Lahore citato dall’agenzia AFP.

Secondo l’emittente televisiva locale Geo News diverse persone sono rimaste ferite e nell’esplosione sarebbe rimasto coinvolto anche un veicolo della polizia.

L’esplosione è avvenuta vicino al santuario Data Darbar Sufi, uno dei più antichi luoghi di culto musulmani dell’Asia meridionale ed è stata organizzata in corrispondenza del mese sacro del Ramadan.

Nessuno ha ancora rivendicato l’attacco contro il santuario, che si trova all’interno dell’antica città fortificata di Lahore, la seconda città più grande del Pakistan.

Le tv locali intanto mostrano immagini e video di veicoli danneggiati e segnalano la presenza di agenti e di personale di emergenza sul luogo dell’attacco.

L’esplosione potrebbe essere “un attacco suicida diretto a veicoli di sicurezza”, ha affermato un funzionario della polizia locale, Muhammad Kashif. “Stiamo cercando di ottenere maggiori dettagli”.

Il sito è visitato da centinaia di migliaia di persone ogni anno appartenenti al culto sunnita e sciita.

Nel 2010 un simile attentato causò la morta di circa 40 fedeli sufi riuniti nel santuario. La minoranza religiosa è spesso presa di mira dai militanti islamici  Stato Islamico in Pakistan compreso) perché alcuni rituali da loro praticati sono ritenuti contrari al Corano.