Me

Fotoracconto dei murales di Tripoli 4 anni dopo Gheddafi

A quattro anni dalla caduta del regime di Gheddafi in Libia, i graffiti di Tripoli sono espressione di sfogo e libertà

Di Simonetta Sandri
Pubblicato il 20 Ott. 2015 alle 12:16 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 22:58
Immagine di copertina

Espressione di libertà e libertà di espressione: questo sono le mura della rivoluzione libica. Tripoli, la capitale, è colorata da incredibili graffiti che restano a testimoniare quel passato recente. Le mura sono sempre state simbolo di chiusura, di isolamento, di inquietudine e mancanza di libertà. Ma ricordano inesorabilmente che si possono anche scavalcare e fuggire.