Me

Iraq: quattro cittadini francesi condannati a morte per aver combattuto con l’Isis

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 27 Mag. 2019 alle 13:44 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:29
Immagine di copertina

Iraq: quattro francesi dell’Isis sono stati condannati a morte | Quattro cittadini francesi sono stati condannati a morte da un tribunale iracheno per aver combattuto con l’Isis.

Tre cittadini, Kevin Gonot, Leonard Lopez e Salim Machou, sono stati condannati domenica 26, mentre un quarto cittadino francese, la cui identità è ancora sconosciuta, ha ricevuto la condanna alla pena capitale nella giornata di lunedì 27 maggio.

Per tutti e 4 l’accusa è quella di aver combattuto con lo Stato islamico.

I tre francesi condannati domenica sono stati catturati lo scorso febbraio dalle forze curde in Siria e consegnati insieme ad altri nove cittadini francesi alle autorità irachene.

Si tratta della prima sentenza di questo genere che coinvolge foreign fighter francesi.

I condannati a morte, ora, hanno 30 giorni di tempo per presentare ricorso.

La diplomazia francese, dal canto suo, ha sottolineato in una nota che: “La Francia si oppone in linea di principio alla pena di morte in ogni momento e in ogni luogo, pur rispettando la sovranità delle istituzioni irachene”.

Il ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian ha dichiarato che comunque la Francia prenderà i provvedimenti necessari per evitare che i quattro vengano giustiziati, tentando di modificare la pena.

Io, combattente italiano in Siria al fianco dei curdi: “La guerra con l’Isis non è finita”