Me

L’Arabia Saudita cambia ambasciatore a Washington, sceglie una donna

È la prima volta che la monarchia wahabita affida a una donna la guida di una delegazione diplomatica

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 24 Feb. 2019 alle 09:26 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:32
Immagine di copertina
La principessa saudita Reema bint Bandar al-Saud. Credit: FAYEZ NURELDINE/AFP

L’Arabia Saudita ha cambiato ambasciatore a Washington, e ha scelto una donna. È la prima volta che il Regno saudita affida a una donna la guida di una delegazione diplomatica.

Proprio negli Stati Uniti il principe Mohammed bin Salman ha scelto una donna per rappresentare il suo Paese in un momento in cui l’assassinio del giornalista e dissidente, Jamal Khashoggi, mette a dura prova le relazioni tra i due alleati.

Leggi anche: Caso Khashoggi: dalla sparizione alla conferma dell’omicidio dell’Arabia Saudita

Il nuovo ambasciatore dell’Arabia Saudita negli Stati Uniti è una principessa dei Saud. A dare la notizia è stata l’agenzia ufficiale saudita Spa.

La principessa Reema Bint Bandar bin Sultan sostituisce il principe Khalid bin Salaman, figlio del re, nominato vice Ministro della difesa.

Leggi anche: In Arabia Saudita se sei donna puoi fare tutto, se un uomo te lo concede 

Il padre della principessa Reema è il principe Bander bin Sultan che era stato ambasciatore saudita negli Stati Uniti dal 1983 al 2005.