Me

Lo spread di oggi 20 agosto in tempo reale

Il differenziale Btp-Bund in diretta

Di Luca Serafini
Pubblicato il 20 Ago. 2019 alle 06:54 Aggiornato il 20 Ago. 2019 alle 17:45
Immagine di copertina

Lo spread di oggi in tempo reale

Giorni importanti per lo spread. Siamo infatti in piena crisi di governo, con il premier Giuseppe Conte che oggi, martedì 20 agosto, ha annunciato le sue dimissioni in Senato. C’è apprensione per il differenziale tra Btp e Bund tedeschi.

La crisi politica, infatti, potrebbe infatti far salire i valori dello spread: uno scenario preoccupante per un paese, l’Italia, già fortemente indebitato. La giornata di oggi è particolarmente significativa.

Dopo il discorso in Aula di Conte, lo spread ha toccato un dei punti più bassi delle ultime settimane (200,9 punti base) per poi chiudere a quota 203 punti.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

(Aggiornare in continuazione per leggere tutti gli ultimi aggiornamenti)

Qui lo spread in tempo reale:

Lo spread di lunedì 19 agosto

Nella giornata di lunedì 19 agosto, lo spread ha aperto a 205 punti base, chiudendo poi a 208,7 punti base. Il rendimento del titolo decennale italiano

Cos’è lo spread: significato

Lo spread è un valore che indica la differenza di rendimento tra titoli di Stato italiani e tedeschi e nello specifico, la forbice tra il rendimento offerto dal Btp(buono del tesoro poliennale emesso dallo Stato italiano) a 10 anni e quello offerto dal suo corrispettivo tedesco, il Bund.

Oggi il differenziale viene preso come riferimento per misurare la stabilità economica di un paese in relazione con gli altri paesi. È anche un indice della fiducia dei mercati nei confronti del Paese.

Spread è dunque anche un termine generico che indica semplicemente la differenza esistente fra due valori e assume significato diverso a seconda del contesto. È dal 2011 che il termine è sotto i riflettori e al centro dell’attenzione pubblica, assumendo nello specifico il significato di differenziale tra i Btp italiani e i Bund tedeschi. All’inizio di quell’anno, il 4 gennaio, era a 173 punti. Dopo un’estate burrascosa e l’avvicendamento a Palazzo Chigi tra Silvio Berlusconi e Mario Monti, a novembre arrivò a quota 528.

Cos’è il differenziale Btp-Bund