Me

Reddito e pensione di cittadinanza: a Napoli il più alto numero di beneficiari. Il 58 per cento riceve meno di 500 euro

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 23 Apr. 2019 alle 12:47 Aggiornato il 23 Apr. 2019 alle 15:20
Immagine di copertina

REDDITO DI CITTADINANZA ULTIME NOTIZIE – La maggior parte dei beneficiari del reddito e della pensione di cittadinanza sono al Sud: secondo i dati, infatti, in 6 su 10 che ricevono il nuovo sussidio economico vivono nel Mezzogiorno.

Di questi, ben 52.717 vivono a Napoli: il capoluogo campano, infatti, batte in assoluto il record di beneficiari, che superano quelli di Roma (30.174) e di Palermo (26.204).

D’altronde è proprio la Campania la regione che vede il più alto numero di domande accolte è la Campania (90.197), seguita dalla Sicilia (87.775) e dal Lazio (44.705).

Reddito di cittadinanza: soldi in arrivo, ecco come spenderli. Cosa si può comprare?

Tali dati sono stati evidenziati da il Sole 24 Ore dopo che la scorsa settimana l’Inps ha iniziato a dare comunicazione, via sms e mail, degli esiti delle varie richieste: Sud e Centro Italia, quindi, risultano essere le aree con la maggior parte di istanze accettate su un totale di 488.337 domande presentate.

L’Inps erogherà le somme previste dal sussidio – i cui importi troppo bassi hanno scontentato molti richiedenti – che andrà ad integrare il reddito familiare, avvisando fino a sabato 11 maggio 2019 ciascun beneficiario sulla data e sull’ufficio postale in cui presentarsi per ritirare la RdC Card.

Reddito di cittadinanza: ecco come si calcola l’importo

Dal 6 al 31 marzo 2019, quindi nel corso del mese di esordio della nuova misura – sono giunte all’istituto di previdenza 805mila domande; come già anticipato è dal Sud e dal Centro Italia che provengono la maggior parte delle richieste (accolte). Se si guarda poi alle singole città è ancora al Sud che si trovano quelle con la maggior parte di domande che hanno ricevuto l’atteso “sì” da parte dell’Inps: dopo Napoli, Roma e Palermo c’è infatti Catania con 18.403 domande accettate e Caserta con 16.346. Con la sesta e settima “posizione” risaliamo poi al Nord con Torino (16.221) e Milano (15.014), per poi ritornare nel Mezzogiorno con Cosenza (12.923), Salerno (12.871) e Bari (12.271).

Per quanto riguarda gli importi versati ai diversi nuclei familiari in possesso degli specifici requisiti Isee previsti per l’ottenimento del beneficio, il 58 per cento delle somme pagate è sotto i 500 euro mensili (di cui il 13 per cento è sotto i 100 euro), mentre il 42 per cento è sopra questa cifra.

Pensione di cittadinanza, è bassa e solo per pochi: il beneficio non supera i 76 euro