Me

Reddito di cittadinanza: ecco come si calcola l’importo

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 29 Apr. 2019 alle 11:00 Aggiornato il 29 Apr. 2019 alle 11:22
Immagine di copertina

Reddito di cittadinanza importo | Come si calcola | Cifra esatta 

REDDITO DI CITTADINANZA IMPORTO – I cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza sono rimasti delusi dagli importi attribuiti. Tempo fa si parlava di 780 euro mensili, oggi invece alcune famiglie potrebbero non arrivare neanche a 400 euro. A cosa è dovuto questo cambiamento?

Tutto quello che che c’è da sapere sul reddito di cittadinanza

L’erogazione promessa dagli spot pubblicitari aveva dato l’idea di un supporto più concreto da parte dello Stato (per l’appunto, 780 euro), ma a cosa è dovuto questo disguido?

Il reddito di cittadinanza non è un contributo, ma un’integrazione. Cosa significa questo? Che l’importo integra il reddito familiare, fino ad arrivare a una soglia massima accettabile. Per questo motivo, se l’Isee gode di un reddito vicino alla suddetta cifra, allora l’integrazione potrebbe risultare davvero irrisoria, ma non per questo errata.

Da aprile 2019, l’Inps ha dato il via libera a Poste Italiane per liquidare ben 487.667 domande accolte, mentre 177.422 sono state respinte. I beneficiari del reddito di cittadinanza sono stati (o saranno) contattati tramite sms o email per comunicare l’accoglimento delle istanze.

Reddito di cittadinanza, l’assegno è più basso del previsto: “Solo 40 euro? Vergogna, ci avete fregato”

Il 7% dei beneficiari riceve una somma di circa 40 euro (come si è ben discusso negli ultimi giorni), mentre la maggior parte ruota attorno ai 400 euro.

A fronte di ciò, come si calcola il reddito di cittadinanza? Un meccanismo non troppo complicato, ma che necessita di alcuni dati alla mano, come ad esempio conoscere le regole stabilite dal governo circa i requisiti economici, importi massimi e minimi.

Reddito cittadinanza importo: come si calcola e quanto mi spetta | INFOGRAFICA

Prima di tutto, bisogna munirsi del proprio Isee (indicatore della situazione economica della famiglia) che, secondo i requisiti del reddito di cittadinanza, deve essere inferiore a 9.360 euro al mese.

Nel caso in cui l’Isee sia pari a zero, ogni richiedente riceverà 500 al mese, un’integrazione che cambia nel caso in cui il richiedente abbia un affitto d’immobile a carico e avrà di conseguenza diritto a 280 euro mensili aggiuntivi. Sommando i due importi, si raggiungono i sopra citati 780 euro promessi dal Movimento 5 Stelle.

Reddito di cittadinanza, i requisiti per richiederlo

Reddito di cittadinanza, il modulo

E allora da dov’è partita la polemica dei 40 euro al mese?  L’importo minimo è di 480 euro l’anno (per l’appunto, 40 euro mensili) ed è la soglia più bassa: sotto di essa, non si può scendere.

Come si calcola allora il reddito di cittadinanza? L’importo annuo del reddito si ottiene moltiplicando la quota d’integrazione al reddito famigliare. Una volta ottenuto il risultato, bisogna sottrarre il reddito dichiarato e, nell’eventualità, aggiungere il contributo di affitto (o mutuo).

Reddito di cittadinanza: ecco il calcolatore per sapere se ci spetta o meno il sussidio