Me

Concorso scuola primaria 2019, ok della Bongiorno al bando di assunzione per 17mila maestri

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 24 Mag. 2019 alle 18:28
Immagine di copertina

Concorso scuola primaria 2019 | Infanzia | Bando | Ordinario | Bongiorno

Concorso scuola primaria 2019 – Buone notizie per i tanti maestri e le tante maestre della scuola dell’infanzia e primaria alla ricerca di un’assunzione. La ministra per la Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, infatti, ha dato il via libera a una serie di concorsi per un totale di 16.959 posti per il personale docente.

Il provvedimento, firmato dalla Bongiorno, è stato adesso inviato dal ministero per la Pubblica amministrazione ai colleghi dell’Economia e delle Finanze.

Per quanto riguarda le assunzioni, secondo quanto comunicato dallo stesso ministero 10.624 di esse dovrebbero scattare nell’anno scolastico 2020/2021, mentre le rimanenti 6.335 sono per l’anno scolastico 2021/2022.

Tutte le ultime notizie sui concorsi pubblici del 2019

Concorso scuola primaria 2019 | La soddisfazione di Bussetti

Molto soddisfatto del provvedimento anche il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti.

“A seguito del confronto costruttivo aperto insieme al Presidente Giuseppe Conte a Palazzo Chigi lo scorso 24 aprile con le organizzazioni sindacali – ha scritto Bussetti su Facebook – abbiamo deciso di recepire nel primo veicolo normativo utile la proposta unitaria presentata dai sindacati, che troviamo concreta, di buon senso e in linea con il contratto di governo”.

“Sì, quindi, a misure uniche e straordinarie – ha concluso il ministro – per la stabilizzazione del precariato storico e sì a percorsi abilitanti aperti a tutti coloro che hanno acquisito adeguata esperienza, con selezione in uscita come nel 2013”.

Concorso Giustizia, via libera per 903 assunzioni e concorso per 1.850 funzionari

Concorso scuola primaria 2019 | Il contratto dei dirigenti scolastici

Ma il concorso per la scuola primaria 2019 non è stato l’unico via libera firmato dalla ministra Bongiorno. Ci sono infatti nuovi sviluppi anche per quel che riguarda il contratto dei dirigenti scolastici.

Dalla Ragioneria dello Stato è arrivato l’ok al “primo contratto della dirigenza dopo un lungo periodo di sospensione, che perdurava dal 2009, dei rinnovi contrattuali”.

Polizia di Stato, Giulia Bongiorno annuncia il via libera per 1.851 assunzioni

La platea dei beneficiari consta di 7.452 capi di Istituto e oltre 300 dirigenti degli enti di ricerca, delle università e delle accademie. L’obiettivo dichiarato del ministero è quello di “permettere il quasi totale riallineamento della retribuzione dei dirigenti scolastici a quella delle altre categorie di dirigenti pubblici”.

Adesso l’accordo deve essere ratificato dal Consiglio dei ministri e, dopo i controlli della Corte dei Conti, sottoscritto in via definitiva. Si parla, secondo quanto dichiarato dal ministero, di aumenti per circa 160 euro al mese nell’intero triennio.

Camera dei deputati, arriva il nuovo concorso: a luglio bando per 300 posti