Me

La vera Carbonara? Pancetta, gruviera e aglio. Parola di Lorenzo Biagiarelli

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 25 Mar. 2019 alle 19:26 Aggiornato il 25 Mar. 2019 alle 19:55
Immagine di copertina

“Sto facendo la spesa per fare la Carbonara. Dunque: latte, panna, uova, Parmigiano Reggiano, burro, bacon… Dovrebbe esserci tutto!”. Lorenzo Biagiarelli, compagno di Selvaggia Lucarelli, lancia sui suoi social una bomba, più che una provocazione e scatena il panico tra gli utenti.

La carbonara con il bacon? Ma siamo pazzi?! Indignazione e rabbia da parte dei puristi del celeberrimo e intoccabile piatto di pasta. Il web in rivolta contro la ricetta buttata lì da una delle stelle della cucina italiana (seguitissimo, soprattutto sui social).

Sotto al post si moltiplicano i commenti degli utenti furiosi e schifati dalle parole del cuoco. “Con il latte te ce fai colazione domani mattina, con la panna ce macchi er caffè, cor bacon te ce vedi un film”, scrive un utente, sul filo dell’ironia. “Sai a cosa serve la panna nella Carbonara? Panná affanc*lo!!”, scrive un altro. “Sto facendo la spesa per la pizza. Ananas, würstel, patatine, maionese e mozzarella… Dovrebbe esserci tutto, sì tutto!!”. E in un altro commento si legge ancora: “Io per dare un tocco di colore aggiungerei una spolverata di cacao amaro”.

Quella della carbonara è una querelle mai conclusa. Si può litigare sulla politica, sul calcio e sulla ricetta della carbonara con la stessa intensità. Banditi pancetta e cipolla, non si scherza neppure sul pecorino.

Eppure arriva Biagiarelli e sconvolge le certezze di tanti, romani e non. Come? Pubblicando una ricetta che pare essere originale che rivoluziona quella nota a tutti.

“Le reazioni al post precedente, quello con la balzana lista della spesa per una Carbonara (?), mi fanno capire che la storia che racconterò in questi giorni non la conosce quasi nessuno. È quella di un cuoco che afferma di aver inventato la carbonara nel 1944, e questa è la sua lista degli ingredienti. Attenzione, al momento non ci sono prove della veridicità di questa storia, se non la sua parola. La trovo comunque molto affascinante e le testimonianze scritte che potrebbero confermarla al momento stanno volando su un aereo dall’America fino alla mia portineria”, scrive sulla sua pagina Facebook il cuoco.

“Per quelli che invece si sono indignati, comunque, vi lascio in allegato la prima ricetta MAI SCRITTA in Italia della carbonara, anno 1954. Dov’è il vostro dio adesso? Ps. io comunque la faccio col guanciale, uovo, pecorino e pepe, per tranquillizzarvi”, scrive ancora.

Insomma, se quella ricetta sia originale o no è ancora da verificare, quel che è certo è che ora il dibattito è davvero aperto.