Me

Treviso, sei anni fa diede fuoco alla moglie. Adesso è di nuovo (semi)libero.

Andrea Loro ha ottenuto la semilibertà e lavorerà in un azienda

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 2 Ago. 2019 alle 20:20 Aggiornato il 2 Ago. 2019 alle 20:55
Immagine di copertina

Treviso, sei anni fa diede fuoco alla moglie. Adesso è di nuovo (semi)libero

Andrea Loro, il 40enne che nel 2013 diede fuoco alla moglie, dopo sei anni ha ottenuto la semilibertà. Il Tribunale di sorveglianza di Venezia ha deciso che per la “condotta regolare” mantenuta in prigione l’uomo può ottenere la scarcerazione. Fu condannato dal tribunale di Treviso a 15 anni di carcere per il tentato omicidio della moglie Matilde Ardia.

Secondo le ricostruzioni della Procura, Loro la sera del 17 gennaio 2013 tentò di strangolare la moglie fino a privarla dei sensi, poi la caricò in macchina con sé e guidò l’auto per un breve tratto fino a schiantarsi contro un albero, nel tentativo di simulare un incidente. Per rendere la simulazione ancora più “credibile” l’allora 34enne diede infine fuoco alla macchina e fuggì poco dopo.

Il guidatore di un auto di passaggio si accorse però dell’incendio e estrasse subito la donna dall’auto, chiamando poco dopo soccorsi. Matilde riuscì ha sopravvivere ma riportò gravi ustioni su tutto il corpo.

La condanna di quindici anni scade nel 2023, con uno sconto di due anni ottenuto in sede di appello. Loro ha ottenuto la semilibertà e potrà uscire dalla casa circondariale per andare a lavoro. Alla sera però ha l’obbligo di rientro in cella.

Donna carbonizzata a Brescia, confessa l’ex amante del marito: “Volevo solo un chiarimento”

Salerno, fa esplodere l’appartamento e uccide la convivente: fermato un uomo

Denunciato per minacce, dà fuoco all’auto della ex: gravissima la donna