Me

Migranti irregolari: dopo le dichiarazioni di Salvini risponde l’Ue

Di Elena Giuliano
Pubblicato il 25 Apr. 2019 alle 14:57 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:39
Immagine di copertina

Salvini migranti irregolari – In seguito alle dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini sul numero di migranti irregolari presenti in Italia, è arrivata la risposta dell’Unione europea.

Sono così arrivate le risposte dalla Ue. A parlare è stata Natasha Bertaud, portavoce della Commissione Europea per l’immigrazione che ha dichiarato: “Non commento le dichiarazioni del ministro dell’Interno e per quanto riguarda le cifre, sta alle autorità italiane darle”.

Tra le varie misure indicate al fine di evitare i movimenti secondari, la portavoce ha ricordato ad esempio la necessità di aumentare “il numero dei rimpatri”.

E poi precisa: “Vogliamo ricordare che i movimenti secondari da uno Stato membro verso un altro non sono permessi dal diritto europeo, e che abbiamo fatto a più riprese appello ai Paesi affinché prendessero misure per prevenire il fenomeno”.

Intanto il politico italiano Nicola Fratoianni commenta così su Facebook le dichiarazioni di Salvini:”Voglio ringraziare pubblicamente Matteo Salvini: ogni giorno che passa è costretto dalla realtà a dire le cose che noi sappiamo da tempo. Dopo le accise sulla benzina, è il turno dei migranti irregolari presenti in Italia”.

Aggiunge poi: “Siamo passati dalla fesseria del mezzo milione, alla miseria di 90 mila. Le chiacchiere stanno a zero. Il punto però è che su questa stupidaggine, il buon Matteo ha preso milioni di voti alle elezioni, prendendo in giro le persone. Come vogliano definirlo? Abuso della credulità popolare? Truffa? In ogni caso un reato”.