Me

Nettuno, bambino di due anni annega nello stagno di casa

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 8 Giu. 2019 alle 12:17
Immagine di copertina

L’8 giugno un bambino di due anni è morto dopo essere caduto all’interno di un vascone presente nel giardino di casa, a Nettuno, in provincia di Roma.

Secondo le prime ricostruzioni, intorno alle 8 della mattina il piccolo è precipitato nella vasca e lì sarebbe annegato.

A trovare il corpo privo di vita del bambino è stato il padre: quando l’uomo si è avvicinato allo stagnetto ha visto il figlio con la testa in giù nell’acqua.

La famiglia ha immediatamente chiamato il 118, ma non c’è stato niente da fare: quando i soccorsi sono arrivati nell’abitazione di Nettuno il piccolo era già morto.

Sulla vicenda indagano gli investigatori del commissariato di Anzio.

La salma intanto è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. I genitori avrebbero raccontato di non essersi accorti che il bimbo era uscito in giardino.

Solo ieri, 7 giugni, un ragazzo di 15 anni è morto dopo essere stato ricoverato a Bergamo in condizioni disperate: si era tuffato nelle acque del lago di Como per festeggiare la fine della scuola.

L’adolescente si era buttato in acqua da un pontile davanti a Villa Geno, ma non era più riemerso: il 15enne era stato recuperato solo grazie all’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco per poi essere rianimato dai soccorritori.