Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Lite fra ospiti a casa Sgarbi finisce con una denuncia. Il critico: “Riconciliatevi”

Immagine di copertina

Lite in casa Sgarbi finisce con una denuncia

Una piccola lite in casa di Vittorio Sgarbi è finita con una denuncia per calunnia. Il curioso episodio, raccontato oggi dal Corriere della Sera, è accaduto nel pomeriggio di ieri – 13 novembre – nell’abitazione del critico d’arte e politico, a Roma, dov’era ospite il manager Giulio Borgognoni. L’uomo avrebbe riferito alla polizia di essere stato aggredito, durante la conversazione, dal responsabile dell’ufficio stampa del critico d’arte, Nino Ippolito.

“Nessuna aggressione a casa mia!”, ha voluto precisare Sgarbi. “E pieno sostegno a Ippolito. Escludo che il responsabile del mio ufficio stampa abbia potuto aggredire qualcuno, tanto meno da me; probabilmente l’alterco è nato dall’equivoco determinato dallo spirito provocatorio di Borgognoni che bisogna conoscere senza prenderlo sul serio. D’altra parte le capacità professionali di Nino Ippolito non sono in alcun mondo in discussione, e sono testimoniate dagli evidenti risultati di questi anni, sopratutto nella gestione dei miei profili social. Probabilmente Ippolito ha agito in modo scomposto, ma certamente non violento. Io ero lontano e non ho potuto intervenire, ma chiederei ai due di riconciliarsi. Spero che il dissidio si componga”.

Ma per quale motivo i due avrebbero litigato? Ad innescare la discussione sarebbe stata l’accusa rivolta dall’imprenditore all’addetto stampa di gestire i profili social di Vittorio Sgarbi in maniera “sballata”. “Ippolito si è infuriato – ha raccontato Borgognoni – colpendomi al volto e minacciandomi”. All’intervento della pattuglia del commissariato Trevi e dell’ambulanza, sempre secondo Borgognoni, Ippolito si sarebbe allontanato. Sgarbi invece si sarebbe intrattenuto con gli agenti di polizia. Ricostruzione che è stata smentita da Ippolito: “Quella di Borgognoni è una grave diffamazione: mi accusa di una cosa inventata, cioè un’aggressione mai avvenuta. Nell’attesa delle sue scuse, non mi resta che procedere per calunnia”.

Leggi anche: 1. Sgarbi a Fico che gli chiede di mettere la mascherina in Aula: “Fascista!”. E viene espulso | VIDEO / 2. Ferrara, Sgarbi in mezzo alla folla senza mascherina: “Conte è un cogl**ne” | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Messina Denaro: “Sono inca**ato, in tv raccontano balle su di me”
Cronaca / Muore a 20 anni dopo aver mangiato un tiramisù vegano: era allergica al latte
Cronaca / Disoccupato, gli tagliano il gas perché la bolletta è troppo alta: salvato dalla donazione di una coppia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Messina Denaro: “Sono inca**ato, in tv raccontano balle su di me”
Cronaca / Muore a 20 anni dopo aver mangiato un tiramisù vegano: era allergica al latte
Cronaca / Disoccupato, gli tagliano il gas perché la bolletta è troppo alta: salvato dalla donazione di una coppia
Cronaca / Svuota le slot machine e tiene per sé l’importo: sequestrati 700mila euro
Cronaca / Insulti a Falcone, la sorella del giudice sugli audio di Matteo Messina Denaro: “Provo solo disgusto”
Cronaca / Spray sulla figlia di 16 mesi per farla ricoverare: “Possibile depressione post-parto”
Cronaca / Palermo, uomo tenta il suicidio dal ponte, i carabinieri lo salvano: “Si risolve tutto, ti aiutiamo noi”
Cronaca / Lecco, donna trovata morta in auto sulle rive del lago: il corpo sui sedili posteriori di un’auto
Cronaca / “Qui entrano solo i nativi della zona”: ragazza nera respinta all’ingresso di una discoteca a Pordenone
Cronaca / Cospito, l’avvocato chiede a Nordio di decidere subito sul 41bis: “Altrimenti morirà”