Me

“I gatti sono lo specchio del padrone”, uno studio spiega perché

Più il padrone è stressato, più i felini sono aggressivi e in sovrappeso

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 1 Mar. 2019 alle 09:53 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:47
Immagine di copertina
Una ricerca ha svelato i legami strettissimi tra animali e uomini

Tale padrone, tale gatto. Una ricerca della Nottingham Trent University ha svelato che l’indole del proprio gatto domestico è fortemente influenzata dal carattere del padrone. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Plos One, rivela anche che ci sono delle ripercussioni sul benessere fisico dei felini come per esempio il peso.

“La personalità umana può influenzare in modo sostanziale la natura delle cure fornite alle persone a carico – spiegano i ricercatori – Il collegamento è stato ben studiato in genitori e figli, mentre si sa relativamente poco di questa dinamica applicata ai rapporti uomo-animale”. Lo studio ha coinvolto 3.331 proprietari che hanno risposto online a una serie di domande sulla base di cinque parametri: piacevolezza, coscienziosità, estroversione, nevrosi, apertura.

Più i padroni hanno dato segnali di stress e nervosismo, più i gatti sono apparsi irritabili, aggressivi e in sovrappeso; al contrario, quelli più estroversi, affettuosi e di ottima forma fisica appartenevano a padroni socievoli e di buon carattere. “Molti proprietari – commenta la scienziata Lauren Finka a capo di questa ricerca – considerano i propri animali domestici come membri della famiglia a tutti gli effetti, stringendo con loro legami molto profondi. È quindi assai probabile che gli animali possano essere influenzati dal modo in cui li gestiamo e interagiamo con loro, e che a loro volta entrambi questi fattori siano condizionati dalle nostre differenze di personalità”.

“I gatti sono dei ‘mini-noi’ – secondo Danielle Gunn-Moore, esperta di medicina felina dell’università di Edimburgo – Sono creature senzienti fortemente condizionate dalle persone che li circondano. E a dispetto di chi li dipinge come creature egocentriche e individualiste, innamorate più che del padrone del suo divano, i gatti sono intimamente legati ai loro proprietari con i quali si influenzano vicendevolmente”.