Me

Meloni si dissocia dal post omofobo del vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli (Fdi)

Fratelli d'Italia prende le distanze dalle dichiarazioni del consigliere comunale di Vercelli ma aggiunge di non voler accettare lezioni dal Pd

Immagine di copertina

La risposta di Giorgia Meloni sul post omofobo di Giuseppe Cannata

La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, prende le distanze dal post omofobo di Giuseppe Cannata, vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli in quota al suo partito. Nella mattinata di oggi, lunedì 22 luglio, Cannata ha ricondiviso sulla sua bacheca un articolo del senatore leghista Pillon sulle famiglie arcobaleno, commentando “Ammazzateli tutti”. Nonostante le scuse, la sua uscita ha portato alla richiesta di dimissioni da parte di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia.

Il commento di Giorgia Meloni è arrivato su Facebook nel pomeriggio: “Fratelli d’Italia prende le distanze dalle dichiarazioni del consigliere comunale di Vercelli Giuseppe Cannata, eletto tre mesi fa da indipendente nelle liste di Fratelli d’Italia ma mai iscritto al movimento. Le sue affermazioni, gravissime non rispecchiano in nessun modo il pensiero di Fratelli d’Italia. Non c’è posto per chi scrive certe cose in Fratelli d’Italia”, ha scritto la la presidente di Fratelli d’Italia.

Il vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli contro gay e lesbiche: “Ammazzateli tutti”. Poi si scusa: “Non sono omofobo”

Meloni si dissocia, ma lancia anche una stoccata al Partito democratico: “Non accettiamo lezioni da nessuno, soprattutto dal Pd che non ha avuto nemmeno la decenza di prendere provvedimenti nei confronti di un suo sindaco agli arresti domiciliari perché coinvolto nello scandalo di Bibbiano”.

Cosa è successo a Bibbiano, il riassunto completo della vicenda

“I gay mi fanno schifo”: la frase shock del candidato di Fratelli d’Italia a Rovigo