Me

Fondi russi alla Lega, il commento della cancelliera Merkel: “L’Italia deve chiarire”

Nel corso della conferenza stampa estiva a Berlino, la cancelliera tedesca è intervenuta sui presunti rapporti tra il Carroccio e Mosca

Immagine di copertina

Fondi russi alla Lega: il commento di Angela Merkel

La vicenda dei presunti fondi russi alla Lega continua a fare parlare di sé, anche fuori dall’Italia. Netto il commento espresso dalla cancelliera tedesca Angela Merkel che, nel corso della conferenza stampa dell’estate a Berlino, ha commentato: “un chiarimento tocca all’Italia. Penso che il Parlamento italiano o altri chiederanno chiarezza sulla vicenda”.

>Fondi russi alla Lega, tutta la storia in 40 punti

Merkel, al timone del governo tedesco dal 2005, ha affermato che il metodo della Russia “solleva questioni. Il fatto che i partiti populisti in Europa ricevano il sostegno della Russia è motivo di preoccupazione”.

Nonostante le possibili relazioni tra Mosca e il Carroccio, le relazioni con la Russia sono “positive e ci impegniamo per mantenerle tali, ma la realtà non sempre è come uno si augura che sia”. E ai giornalisti che hanno chiesto se la Russia possa già avere avuto un’influenza sulla politica italiana, Merkel ha risposto: “su questo non posso dire nulla”.

Nel corso della conferenza stampa, la cancelliera è intervenuta anche sui processi migratori. Il salvataggio in mare, ha affermato, “non è solo un dovere ma un imperativo umanitario. Non si può continuare con soluzioni ad hoc per ciascuna imbarcazione di profughi”.

Riferendosi si tremori che l’hanno colpita nelle scorse settimane durante alcune cerimonie ufficiali, Merkel ha lasciato intendere di lasciare la politica nel 2021, alla fine del suo mandato da cancelliera e di essere in grado di poter assolvere pienamente ai propri compiti anche dal punto di vista della salute.  “Ho un grande interesse nello stare in buona salute. Capisco le vostre domande, ma sto bene”, ha aggiunto, sperando che dal 2021 in poi “la vita continui e in buona salute”.

Riferendosi alla politica interna , Merkel ha sottolineato che la Grosse Koalition in Germania può continuare a lavorare insieme. “Con i tre leader ad interim della Spd e il vicecancelliere Olaf Scholz continuiamo a lavorare in maniera molto affidabile, il che mi fa essere ottimista sul fatto che si possa continuare molto bene il lavoro di governo”.

“Abbiamo ancora molti importanti compiti dinnanzi a noi. Per questo ritengo che l’autunno sarà ricco di lavoro”, ha concluso riferendosi ad Annegret Kramp Karrembauer, nominata ministro della Difesa al posto di Ursula von der Leyen.

“Sono contenta che Akk abbia assunto questo incarico: il suo svolgimento è compatibile con quello di leader della Cdu. In politica ci sono sempre sviluppi che portano a esplorare nuove strade”, ha concluso Merkel.