Me

Partorisce da sola in un B&B di Roma, poi sviene: la piccola trovata morta nella vasca da bagno

"Non sapevo di essere incinta", è quello che ha continuato a ripetere la 29enne, di origini sudcoreane in visita a Roma per una vacanza

Immagine di copertina

Una scena terribile, quella che gli agenti di polizia di Roma si sono trovati davanti quando sono giunti al bed and breakfast di via Turati 140, a due passi dalla stazione Termini di Roma. Una donna sudcoreana riversa a terra, priva di sensi. La bambina che aveva appena dato alla luce in una pozza di sangue, morta dentro la vasca da bagno. È successo lo scorso 3 maggio, ma la notizia è stata riportata solo oggi.

Dramma su un campo golf, bimba di 6 anni uccisa dalla pallina lanciata dal padre

Lo racconta Il Messaggero. La donna al centro della vicenda sostiene che non sapeva di essere incinta. 29enne, di origini sudcoreane, ha partorito la sua bambina nella vasca da bagno del bed and breakfast di Roma in cui si trovava in vacanza, completamente sola. Successivamente, le ha tagliato il cordone ombelicale ed è svenuta, sopraffatta dallo sforzo. Nel frattempo la piccola moriva dissanguata nella vasca senza che nessuno ne udisse le urla.

Fondazione Einaudi dona 10 libri al bambino di Primavalle. Un benefattore pagherà la retta di scuola

Quando i proprietari del B&B si sono resi conto che qualcosa non andava, hanno chiamato la polizia e l’ambulanza, ma ormai era troppo tardi. Quando i medici sono arrivati, la bambina era già morta. La madre è stata ricoverata in stato di shock e ha ripetuto a tutti: “Non sapevo di essere incinta, davvero non lo sapevo“.

Ora spetta al pubblico ministero Antonio Calaresu fare luce sulla vicenda. È possibile che la donna non si sia resa conto di essere al nono mese di gravidanza? È quanto lei ha ripetuto instancabilmente, anche durante l’interrogatorio. La procura ha chiesto al gip il divieto di espatrio per la 29enne ma la richiesta non è stata accolta e la donna potrà lasciare l’Italia fra pochi giorni.

Fondi russi Lega: Gianluca Meranda indagato dalla Procura di Milano. Perquisizioni della Gdf a casa di Vannucci

Per questo motivo attualmente risulta indagata a piede libero per infanticidio. Si attendono per il momento i risultati dell’autopsia sul corpo della bambina che dovrebbero essere resi noti a breve. L’ipotesi più accreditata è, per il momento, che la bimba sia morta a causa del taglio malfatto del cordone ombelicale e per il successivo abbandono della madre, svenuta per lo sforzo.

Attendeva in casa un amante, ma apre la porta a un gruppo di aggressori: uomo fugge seminudo dalla finestra | VIDEO