Me

Argentina: portiere diciassettenne para un rigore con il petto e muore. Al campo mancava l’ambulanza

Immagine di copertina

Argentina: portiere di 17 anni para un rigore con il petto e muore

Para un rigore con il petto e muore: è accaduto in Argentina a un portiere di 17 anni.

A raccontare la drammatica vicenda, avvenuta martedì 9 luglio a Colonia San Manuel, è il quotidiano locale Reconquista Hoy.

Secondo quanto ricostruito dal giornale, durante una partita tra le squadre giovanili di una delle leghe regionali di Buenos Aires, Ramón Ismael Coronel, questo il nome della vittima, è crollato a terra dopo aver stoppato con il petto un calcio di rigore.

Le condizioni di “Piki”, così come era soprannominato dai suoi amici, sono apparse subito serie, ma ad aggravare la situazione è stata l’assenza di un’ambulanza.

Il ragazzo, quindi, è stato trasportato con un furgone all’ospedale di Reconquista, distante circa 50 chilometri dal campetto dove è avvenuto l’incidente.

Quando è arrivato al pronto soccorso, il diciassettenne era già in arresto cardiaco e, nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dei medici, è morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

Ora sul caso sta indagando il procuratore locale, il quale ha affermato che il giovane una ventina di giorni prima aveva subito un trauma cranico.

Dopo questo incidente, il medico gli aveva consigliato di stare a riposo, ma Ramón, purtroppo, non ha seguito il suggerimento del dottore.

Iker Casillas, l’ex portiere del Real Madrid, è stato ricoverato per infarto