Me

Fabio Fazio, niente taglio allo stipendio nonostante il declassamento da Rai1 a Rai2

Immagine di copertina
Fabio Fazio

Fabio Fazio, con il passaggio da Rai1 a Rai2, non vedrà ridursi il proprio stipendio: il conduttore di Che tempo che fa dovrebbe guadagnare più o meno la stessa cifra. Lo sostiene il blogger Davide Maggio, solitamente ben informato sulle vicende della televisione italiana.

Il declassamento di Fazio su Rai2 era stato interpretato da molti come una vittoria del vicepremier Matteo Salvini, che nei mesi scorsi più volte aveva invocato un taglio dello stipendio del presentatore. Ma, stando a quanto trapela, il compenso del conduttore dovrebbe rimanere pressoché invariato.

Più precisamente: Che tempo che fa avrà una durata inferiore che comporterà un abbassamento del cachet previsto per Fazio, ma al presentatore potrebbero essere affidati anche altri programmi, che ne andrebbero a incrementare la retribuzione complessiva percepito dalla Rai.

Ieri sono stati presentati i palinsesti 2019/2020 della Rai e il direttore di Rai2, Carlo Freccero, ha annunciato, tra le altre cose, le novità che riguardano Che tempo che fa: il programma avrà un’anteprima con anticipazioni e backstage a partire dalle 19.40, mentre la trasmissione vera e propria andrà in onda dalle 21.05 alle 23.29.

“In merito alle questioni economiche del programma faziesco, già oggetto di accese polemiche – scrive Davide Maggio – l’ad Fabrizio Salini ha precisato che vi è stata una razionalizzazione sul compenso del conduttore (del resto al momento lavorerà di meno), ma non sul budget destinato al suo programma”.

Secondo quanto anticipato da Freccero, Fazio potrebbe però condurre anche altri programmi su Rai2: in particolare uno in stile “Anima mia” (trasmissione anni Novanta che era condotta proprio da Fazio con Claudio Baglioni). “Ma è prematuro parlarne”, ha precisato il direttore di rete. Per Fazio si parla anche di una trentina di intervista da realizzare per la Rai e da proporre online su RaiPlay.

“Le novità, stando a quanto emerso dalle dichiarazioni di Salini, andrebbero ad incrementare nuovamente il compenso”, scrive Maggio.

Fazio: “Su 60 milioni di figli Salvini ha scelto me come avversario politico”

“Tutte le tv generaliste devono essere sovraniste. Vi spiego perché”: intervista a Carlo Freccero