Me

Libia, bombardamento su centro detenzione migranti: il video shock

Immagine di copertina
Credit: Mahmud TURKIA / AFP

Libia, bombardamento centro detenzione migranti: oltre 100 morti | VIDEO

Libia bombardamento centro migranti – Un video shock, che mostra le conseguenze del bombardamento avvenuto  su un centro di detenzione di migranti, che ha provocato almeno 100 morti.

Lo ha pubblicato il quotidiano The Libya Observer.

Le immagini mostrano la devastazione del centro, situato a Tajoura, vicino Tripoli, e i cadaveri di alcune delle persone rimaste intrappolate tra le macerie.

Secondo quanto dichiarato dal governo, presieduto da Fayez al-Sarraj e riconosciuto dalle Nazioni Unite, il centro di Tajoura, che nel complesso ospita circa 600 persone, è stato colpito nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 luglio da un raid aereo dell’Esercito nazionale libico guidato dal comandante Khalifa Haftar.

Il bombardamento ha provocato la morte di almeno 100 persone e il ferimento di circa 130 migranti, molti dei quali in gravissime condizioni.

Le vittime sarebbero perlopiù di origine nigeriana, sudanese ed eritrea, ma vi sarebbero anche molte persone provenienti dal Darfur e dalla Somalia.

Subito dopo il bombardamento, l’Unhcr, l’agenzia Onu per i rifugiati, ha chiesto attraverso le parole della portavoce Carlotta Sami, che i migranti presenti nei vari centri di detenzione del Paese nordafricano vengano immediatamente evacuati.

La situazione in Libia è ormai instabile dal 3 aprile scorso quando l’Esercito nazionale libico guidato da Haftar ha lanciato il suo attacco contro il Governo di accordo nazionale guidato da Fayez al Serraj.

Guerra in Libia: a che punto è lo scontro tra Haftar e al-Serraj