Me

Sassoli: “Con me presidente, il Parlamento sarà sempre aperto alle Ong”

Immagine di copertina
David Sassoli Credit: AFP

David Sassoli Ong | Presidente Parlamento europeo | Sea Watch 

David Sassoli Ong – “Il dialogo tra il Parlamento e le Ong penso sia costante e normale. Sono qui da dieci anni e le Ong sanno che la porta del Parlamento europeo è sempre aperta: la apriremo ancora di più. Il dialogo delle Ong sarà garantito e assicurato”. Queste le parole del neo eletto presidente del Parlamento europeo David Sassoli, nella conferenza stampa dopo la sua elezione.

> David Sassoli: chi è il nuovo presidente dell’Europarlamento

David Sassoli Ong | Migranti

“Come si può essere un Parlamento dei cittadini – aggiunge – se non ci si apre alla società civile, agli interessi legittimi delle lobby, e soprattutto ai cittadini?”.

David Sassoli è stato eletto presidente del Parlamento europeo con 345 voti. I voti espressi sono stati 667, era quindi necessario aggiudicarsi 334 voti, ovvero la maggioranza assoluta, per essere eletti.

Dopo la perdita della Commissione europea, andata al Ppe con la candidata Ursula von der Leyen, i socialisti si sono aggiudicati la presidenza del Parlamento europeo, con l’italiano David Sassoli, ex giornalista Tg1 e esponente Pd.

Nel suo primo discorso da presidente Sassoli si è subito pronunciato sulle politiche migratorie: “Dobbiamo ridiscutere il regolamento di Dublino, così fortemente voluto dalla scorsa legislatura. Il Consiglio europeo ha il dovere morale di discutere la proposta del Parlamento di riforma del regolamento di Dublino perché sapete quanta tensione si crei attorno alla non gestione della questione migratoria: i cittadini si chiedono l’Ue dov’è. L’Europa si deve attrezzare e i governi devono trasferire un po’ di potere all’Europa, devono collaborare di più”.

> L’emozionante discorso del presidente dell’Europarlamento