Me

Caso Silvia Romano, Davide Ciarrapica respinge le accuse: “La nostra Onlus infangata gratuitamente”

Immagine di copertina

Silvia Romano Davide Ciarrapica | “Ho appreso dagli organi di stampa quanto pubblicato dal giornalista Massimo Alberizzi su Africa ExPress e sul Fatto Quotidiano del 21 giugno 2019 e dai successivi e correlati approfondimenti diffusi da parte di altre testate, con gli stessi contenuti, nei quali ho visto spendere in modo falso e infamante il mio nome rispetto a qualsiasi forma di coinvolgimento nella vicende che ruotano intorno al rapimento di Silvia Romano”.

Dopo l’inchiesta realizzata dal quotidiano Africa ExPress sul rapimento di Silvia Romano e sugli eventi che hanno riguardato i suoi ultimi mesi prima di sparire, Davide Ciarrapica ha deciso di parlare pubblicamente e rispondere alle ricostruzioni che lo vedono coinvolto.

Silvia Romano Davide Ciarrapica | Chi è Silvia Costanza Romano, la volontaria rapita in Kenya

Davide Ciarrapica, 31enne di Seregno che Silvia aveva conosciuto a una festa di beneficienza poco dopo essere arrivata per la prima volta in Kenya, il 22 luglio. Davide è il fondatore della Onlus Orphan’s Dream, con cui Silvia ha fatto un’esperienza di un mese di volontaria.

“La struttura nella quale collaboro è aperta a tutti, la documentazione a disposizione di tutti, ho già collaborato con le autorità e lo farò ogni volta che sarà necessario, con la trasparenza che mi contraddistingue.

“Respingo al mittente le gravi accuse e le orrende insinuazioni pubblicate da Africa ExPress e dal Fatto Quotidiano per tramite della penna di Alberizzi perché senza adeguata verifica hanno accostato il mio nome e la mia ONLUS a ipotizzate vicende delle quali nulla so né ho mai saputo”.

“La condotta del giornalista che allo scopo di tenere alta l’attenzione sul rapimento di Silvia Romano diffonde notizie sul mio conto gravissime e infondate è al vaglio del mio avvocato per le opportune azioni”.

“La porta dell’orfanotrofio è sempre stata – e resta – aperta a tutti coloro che vogliano venire a darci una mano, come ha fatto anche Silvia per un breve periodo, allo stesso modo di moltissimi giovani (e meno giovani) che come me hanno scelto di dedicarsi agli altri. Non posso accettare che un progetto di aiuto e assistenza bello come Orphans’s Dream possa essere infangato in questo modo”.

Silvia Romano Davide Ciarrapica | Volontaria rapita in Kenya, Fondatore Onlus: “Avvertimmo Silvia che dopo un mese in Africa nessuno è tuo amico, ma non è un’irresponsabile”