Me

Germania, i cittadini di Ostritz comprano tutta la birra dai supermercati per boicottare il festival neonazi

Immagine di copertina

Germania: comprano tutta la birra per boicottare il festival neonazi

Germania comprano birra per boicottare neonazi – Erano pronti a dare sfogo a tutta la loro rabbia grazie anche ai fiumi di birra, ma non avevano fatto i conti con la disobbedienza civile dei cittadini, i quali hanno boicottato un festival neonazi in un modo assai insolito.

I fatti si sono svolti sabato 22 giugno a Ostritz, piccolo paesino della Germania, vicino al confine con la Polonia.

Nel villaggio era stato organizzato il festival “Schild und Schwert” (Scudo e Spada), manifestazione neonazista che doveva riunire diversi skinhead.

I cittadini di Ostritz, però, hanno deciso di boicottare il festival a modo loro.

Nella giornata di venerdì 21, infatti, molti abitanti hanno pensato bene di comprare tutta la birra disponibile nei supermercati, portandosi via centinaia di casse di birra dai market.

Questo, unito al divieto da parte della polizia di consumare alcol all’interno del festival, ha contribuito al flop totale della manifestazione.

Su 700 teste rasate attese, infatti, ne sono arrivate circa 500, alle quali sono state anche sequestrate diverse bottiglie di birra oltre che coltelli e altri oggetti vietati.

La conclusione? Chi si era portato la birra da casa l’ha dovuta consegnare alla forze dell’ordine, chi voleva comprarla non è riuscito a trovarla poiché terminata in tutti i supermercati.

Nella stessa giornata, inoltre, a Ostritz è stata organizzata una manifestazione di protesta in cui, tra le altre cose, lungo il percorso sono state distribuite 2262 papa di scarpe. Una per ogni migrante morto nel Mediterraneo nel 2018.

L’iniziativa è stata commentata anche dal presidente della Sassonia Michael Kretschmer, il quale, su Twitter, ha ringraziato i cittadini di Ostritz per il loro impegno.