Me

Elezioni a Istanbul, il candidato dell’opposizione in testa. Pesante sconfitta per Erdogan

Immagine di copertina
Credit: Adem ALTAN / AFP

Elezioni comunali Istanbul ripetute | Ekrem Imamoglu | Binali Yildirim | Recep Tayyip Erdogan | Sindaco Istanbul

Elezioni comunali Istanbul ripetute | Istanbul è tornata al voto per le elezioni comunali, dopo l’annullamento della vittoria di Ekrem Imamoglu, che aveva vinto il 31 marzo scorso. Circa 10 milioni di cittadini sono stati chiamati alle urne per scegliere il sindaco. Imamoglu, candidato dell’opposizione, ha sfidato l’ex premier Binali Yildirim dell’Akp, il partito del presidente Recep Tayyip Erdogan.

Secondo i primi dati, Imamoglu è in testa, con oltre il 55 per cento dei voti.

Binali Yildirim, candidato del partito del presidente turco Recep Tayyip Erdogan a sindaco di Istanbul, ha riconosciuto la sconfitta dopo i primi dati.

Urla di gioia e festeggiamenti hanno accolto al comitato elettorale di Ekrem Imamoglu a Istanbul i primi risultati della ripetizione delle elezioni comunali.

L’annullamento delle precedenti elezioni, fortemente voluto da Erdogan, aveva scatenato forti polemiche e proteste sia in Turchia che all’estero. Numerosissimi i volontari che monitorano nei seggi la regolarità del voto per evitare brogli e manomissioni.

Ekrem Imamoglu è candidato con il Chp, il Cumhuriyet Halk Partisi, partito ispirato al kemalismo e principale – e più antico – partito laico del paese. Il fondatore fu lo stesso Mustafa Kemal Atatürk, padre della Turchia moderna.

“In una città come Istanbul l’elezione del sindaco non si sarebbe dovuta fare in questo modo. Ora gli elettori prenderanno la decisione più opportuna per Istanbul”, ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan dopo aver espresso il suo voto nelle elezioni comunali.

“Ci siamo impegnati per far tornare quelli che erano fuori da Istanbul (per le vacanze). Credo che la partecipazione sarà alta”, ha aggiunto Erdogan all’uscita dal suo seggio nel quartiere asiatico di Uskudar, spiegando che resterà in città per seguire i risultati.

“Oggi parleranno gli elettori e saranno loro a decidere”, è stato il commento dell’ex premier Binali Yildirim, candidato dell’Akp di Erdogan, che ha votato nel suo seggio di Tuzla, alla periferia asiatica della città.

Fiducioso anche Imamoglu: “A fine giornata tutto sarà bellissimo”, ha detto il candidato dell’opposizione, riferendosi allo slogan diventato virale della sua campagna elettorale, dopo aver votato a Beylikduzu, la municipalità nella periferia europea che ha governato negli ultimi 5 anni.

Le elezioni erano state annullate il 6 maggio scorso dalla Commissione elettorale suprema della Turchia (Ysk).

La vittoria di Imamoglu non era mai stata accettata dal capo di Stato Erdogan.

In molti avevano letto la vittoria di Ekrem Imamoglu come un cambiamento significativo della realtà politica del paese e uno schiaffo all’autoritarismo imposto dal presidente turco, ma le speranze sono state presto disattese. Per Erdogan, i voti andavano riconteggiati perché aveva vinto “la criminalità organizzata”.