Me

Raffaele Sollecito questa sera a Porta a Porta

Immagine di copertina

PORTA A PORTA RAFFAELE SOLLECITO – Questa sera, mercoledì 19 giugno 2019, Porta a Porta di Bruno Vespa ospiterà di nuovo Raffaele Sollecito, l’uomo che era stato incarcerato e poi scagionato per l’omicidio di Meredith Kercher.

Sollecito parlerà del “danno fatto dai magistrati italiani” durante la puntata di Porta a Porta, dalle 23:20 su Rai 1.

Sollecito ripercorrerà la vicenda che per anni l’ha visto coinvolto al fianco di Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa uccisa nella notte tra il primo e 2 novembre 2007.

Amanda Knox torna in Italia, per la prima volta dopo essere stata scarcerata e assolta

Dopo l’intervento di Amanda Knox al Festival della Giustizia penale di Modena, anche Raffaele Sollecito ha qualcosa da dire riguardo la vicenda di Meredith Kercher, per il cui omicidio ha vissuto quattro anni in carcere.

Porta a porta Raffaele Sollecito | Anticipazioni puntata

“Dopo 4 anni di carcere nessuno mi ha riabilitato. Non sono stati garantiti i miei diritti. Io ho detto la verità, non potevo immaginare ciò che sarebbe successo dopo. Io ho visto soltanto una porta chiusa a chiave. Ad Amanda sono state estorte dichiarazioni senza garantire i suoi diritti”, ha dichiarato Sollecito nella puntata di Porta a Porta che andrà in onda mercoledì 19 giugno 2019.

Alla Gazzetta del Mezzogiorno, dopo la partecipazione di Amanda Knox al Festival di Giustizia Penale di Modena, Sollecito ha dichiarato: “Ho chiamato Amanda dopo il convegno di Modena. Mi è dispiaciuto molto vederla sofferente. Lei, appena siamo stati assolti, è tornata negli Usa. Ha vissuto la sua vita in un paese che l’ha accolta per quella che è, senza pregiudizio. Noi non abbiamo una cultura patriottica come gli Usa. Gli italiani non sono stati solidali con me come gli americani nei suoi confronti. Le persone più vicine mi hanno compreso, ma la massa assolutamente no”.

E poi ha continuato:“Ho letto dichiarazioni assurde del pm Giuliano Mignini che dice che ci sono dubbi sulla nostra storia. O altre considerazioni del presidente Piercamillo Davigo, magistrato di Cassazione, che potrebbero generare incertezze. Sono cose squallide e pericolosissime. Al dottor Mignini faccio presente che la Cassazione ha ‘cassato’ la sentenza di Firenze con la nostra condanna. Nelle motivazioni si parla di ‘défaillance investigative’, di ‘deprecabile pressappochismo nella fase delle indagini preliminari’. La Cassazione, in sintesi, ha cancellato la condanna del tribunale toscano per grandi contraddizioni logiche da una pagina all’altra. Oltre gli errori investigativi c’erano solo congetture…”.

Questa sera, ore 23:20, Raffaele Sollecito sarà a Porta a Porta, su Rai 1.

L’Italia che urla contro Amanda Knox si sta indignando per il motivo sbagliato