Me

Francia, Sarkozy sarà processato per corruzione e favoritismo

Immagine di copertina
Credit: Afp

Nicolas Sarkozy | Processo | Corruzione

NICOLAS SARKOZY – Ancora guai giudiziari per Nicolas Sarkozy. Dopo la bocciatura degli ultimi ricorsi da parte della giustizia, l’ex presidente della Francia verrà processato nell’indagine sui sospetti di corruzione di un alto magistrato della corte di Cassazione, Gilbert Azibert, nel caso delle intercettazioni telefoniche. È la prima volta nell’intera storia della Quinta Repubblica francese che un ex presidente viene processato con l’accusa di corruzione.

> Le notizie di TPI sulla Francia

Lo scandalo intercettazioni riguarda fatti di inizio 2014. Secondo l’accusa, Sarkozy, tramite un suo avvocato cercò di ottenere informazioni segrete dal magistrato della Corte di cassazione che stava indagando su sospetti finanziamenti illeciti alla sua campagna elettorale del 2007. Sposato con la cantante ed ex modella italo-francese, Carla Bruni, Sarkozy si è ritirato dalla politica attiva dopo la disfatta alle elezioni primarie del 2016, anche se viene ancora considerato una sorta di padre politico dei Républicains, a cui molti vanno ancora a chiedere consiglio.

Sarkozy processato per corruzione | La vicenda della presunta corruzione

Sarkozy è sospettato di aver tentato di ottenere attraverso il suo legale Thierry Herzog, informazioni segrete sulla procedura che ha condotto gli inquirenti a sequestrare le sue agendine nell’ambito di un altro tentacolare caso giudiziario legato a Liliane Bettencourt, l’erede del gruppo L’Oréal, per cui venne prosciolto nel 2013. All’epoca, Sarkozy avrebbe cercato, in particolare, di ottenere informazioni sotto segreto istruttorio rivolgendosi all’alto magistrato Azibert, al quale in cambio, avrebbe offerto un prestigioso incarico a Monte-Carlo. Sarkozy verrà dunque processato per corruzione e favoritismo mentre Herzog e Azibert per violazione del segreto professionale.

Gli avvocati dell’ex presidente non hanno rilasciato subito commenti.

Sarkozy processato per corruzione | Il caso delle intercettazioni telefoniche

L’inchiesta per cui Sarkozy finirà a processo nei prossimi mesi trae origine dalle intercettazioni telefoniche ordinate in un’altra tentacolare indagine legata alle accuse di finanziamento occulto della campagna presidenziale del 2007 da parte dell’ex leader libico Muhammar Gheddafi. Grazie a quelle intercettazioni, gli inquirenti francesi scoprirono che Sarkozy e il suo legale comunicavano attraverso dei telefoni cellulari intestati sotto falsa identità. Il nome in codice dell’utenza di Sarkozy era ‘Paul Bismuth’.