Me

Fedez a processo per diffamazione nei confronti della giornalista autrice del libro su Salvini

Immagine di copertina

Fedez processo diffamazione – Il procuratore di Livorno Giuseppe Rizzo ha firmato il decreto di citazione diretta a giudizio nei confronti di Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez.

Il rapper milanese, marito di Chiara Ferragni, dovrà presentarsi in tribunale il prossimo 5 dicembre, giorno della prima udienza del processo. L’accusa nei suoi confronti è stata mossa dalla giornalista Chiara Giannini, ormai celebre come l’autrice del libro intervista su Matteo Salvini, edito dalla casa editrice Altaforte, vicina a CasaPound.

Fedez processo diffamazione | L’accusa

Nell’atto di citazione a giudizio si legge l’accusa specifica, Fedez avrebbe utilizzato l’appellativo “giornalaia” nei confronti di Chiara Giannini.

Su Instagram il rapper ha scritto “giornalista di Libero dall’inviato di guerra ai finti scoop da Novella 2000 su di me. Brutta fine eh?” e “accusandola – come riporta il pm Rizzo – di aver pubblicato un articolo completamente fasullo su di lui, affermando che in seguito alle contestazioni ella si sarebbe cancellata dai social network non avendo argomentazioni e facendosi difendere da Salvini”.

Il libro che non ti saresti aspettato di vedere a casa Ferragnez

Fedez contro una deputata del Pd: “Io dovrei parlare con i lavoratori? Il suo partito ha distrutto il paese”

Salone del Libro, l’autrice di ‘Io sono Matteo Salvini’ chiede i danni: “Non sono fascista”