Me

Pupo a luci rosse: “La penetrazione per me è come la Mostra di Venezia: Biennale”

Immagine di copertina
Pupo, Le Iene

Pupo sesso | Uno spregiudicatissimo Pupo su Radio 24. Ospite a La Zanzara, il cantante 63enne ha svelato senza giri di parole i dettagli più intimi della sua vita sessuale.

Dalla masturbazione all’atto in sé, Enzo Ghinazzi (vero nome di Pupo) non ha mostrato alcuna vergogna. Il sesso? Alla sua età solo raramente, confessa: “La penetrazione per me è come la Mostra di Venezia: Biennale”.

Tuttavia, confida il cantautore romano, i giovani non sanno che ci sono moltissimi modi per fare sesso, che non includono necessariamente la penetrazione. Ed è questa la pratica che Pupo si concede più spesso (circa una volta a settimana).

Mondiali di calcio femminili, il fidanzato di Laura Giuliani rivela: “Niente sesso”

“Io vi insegno, voi siete ragazzi, parlate ma poi non fate niente. C’è da valutare come fare sesso ad una certa età. Il sesso non si fa solo introducendo il pene nella vagina e dicendogli, come diceva un mio amico: eiacula”, spiega.

E continua: “In qualche modo il sesso lo si fa anche attraverso altre pratiche che nel tempo, quando uno diventa più grande, diventano anche più delicate… si può fare sesso solo toccandosi“.

Rotto a tutti i vizi dell’amore in più giovane età, oggi Pupo si intrattiene con ben due donne, la moglie e la compagna, entrambe sessantenni come lui. Le “ragazzine”, dice, non gli interessano.

“Tu pensa alla mia età, tun tun tun tun tun, con questi caldi, dai. Le donne con cui vado io hanno sessant’anni e sono donne di una certa età”.

Verso il Pride di Milano: alla Cattolica sta per nascere il primo collettivo di studenti Lgbt+

“Dovrei impazzire prima di andare con una donna di trent’anni alla mia età. Non ci vado. Non mi attirano, non mi creano nessun tipo di attrazione sessuale”.

E poi, senza alcun imbarazzo, il cantante descrive le pratiche intime che più gli piacciono.

“Per correttezza verso mia mia moglie e la mia compagna non posso raccontarvi i dettagli. Ma sì, lo strofinamento. L’onanismo reciproco, la masturbazione insomma”.

Perché, confessa ancora Pupo, da solo non si masturba. In coppia è meglio.

E poi, Pupo conclude così l’intervista a luci rosse: “Non sono circonciso. Ho tutto legato, tutto molto fluido, aperto, tutto igienico. Non ho mai avuto problemi di eiaculazione precoce,  ho il problema contrario”.

“I love my vagina”: in Italia arriva il primo shop che abbatte i tabù su mestruazioni e perineo

“Nel senso che sono talmente altruista, anche talmente freddo come i veri giocatori d’azzardo, che non mi è mai capitato una volta sola nella vita di eiaculare prima della donna quando sta con me. Giuro su Dio. Viene sempre prima lei, assolutamente. A discapito del mio piacere. Perché io sono razionale anche in quei momenti. Io non sono mai venuto prima della mia partner”.


Pupo a “Le Iene”, maggio 2018