Me

Curarsi con i libri: nasce la prima “farmacia letteraria”

Immagine di copertina
Piccola farmacia letteraria Gavinana

Piccola farmacia letteraria Gavinana – Non le solite medicine e nessuna prescrizione del medico da presentare. Nella Piccola farmacia letteraria di Gavinana, in provincia di Pistoia, la cura per tutto (o quasi) sono i libri.

Crisi di mezza età, pene d’amore, problemi sul lavoro o dubbi esistenziali: per ogni disagio il rimedio è racchiuso tra le pagine di un libro o almeno la pensa così la 35enne Elena Molini.

Un’idea di successo visto che a poco più di un mese dalla nascita questa farmacia sui generis gode di clienti anche extra-urbani.

“Avendo lavorato in una grande catena di librerie, mi sono accorta che il 90 per cento dei clienti chiedeva consigli in base al proprio stato emotivo“, racconta Elena a La Nazione.

“Ingresso libero. Qui siete sempre i benvenuti, a due e quattro zampe”.

Così si legge al civico 7 di via Ripoli a Gavinana: un messaggio che già all’accoglienza mette a proprio agio gli aspiranti lettori.

Ma quali sono le “patologie” più frequenti?

Secondo Elena al primo posto le pene d’amore, seguite da crisi adolescenziali, la solitudine, il lavoro.

Per i più timidi c’è poi una ‘legenda’ della farmacia: a ogni problema corrisponde un colore che il cliente può facilmente ricercare nel foglietto illustrativo di cui è fornito ogni volume.

È lì che, come sui medicinali, si trovano le indicazioni, gli effetti collaterali e la posologia.

“Ho voluto rivisitare l’aspetto del libro come opera d’arte”. – dice Elena- “Bellissimo poi che molti vengano da me proprio per riscoprire il piacere della lettura”.

Premio Strega Giovani 2019, ecco il vincitore della sesta edizione

#leparolevalgono, la Treccani lancia una campagna per ridare valore alle parole

“Locali per pensare”, ecco dove prendere un caffè senza essere martellati da musica o tv