Me

Salvini in diretta Fb sui tetti di Roma, viene attaccato da un gabbiano. Polemica con la Raggi

Immagine di copertina

Salvini, attaccato dai gabbiani a Roma, se la prende con la Raggi

Salvini infastidito dai gabbiani attacca Raggi – Mentre era in diretta Facebook dal tetto del Viminale, Matteo Salvini è stato attaccato da alcuni gabbiani, che si sono minacciosamente avvicinati al leader della Lega.

Il ministro dell’Interno ne ha approfittato per polemizzare ancora una volta con la sindaca di Roma Virginia Raggi, rea di non non fare nulla per togliere dalle strade l’immondizia, favorendo così la circolazione di questi volatili che sembrano “mostri”.

“Sono sul tetto del ministero a Roma e sono a rischio – ha affermato Salvini durante la diretta – qui ci sono dei gabbiani che sono degli F35, sembrano dei pterodattili”.

“Cerchiamo di schivarli ma continuo a sentire delle urla – ha continuato il leader della Lega – questi ingrassano perché mangiano l’immondizia che trovano per strada”.

Il vicepremier, poi, si è appellato al Comune di Roma affinché tolga “l’immondizia dalle strade, non se ne può più”.

Parole che non sono state gradite dal Movimento 5 Stelle, alla guida della Capitale con la sindaca Virginia Raggi.

A rispondere al leader della Lega è stato il consigliere capitolino del M5S Giuliano Pacetti, tramite un post su Facebook.

“Ma Salvini perché una volta tanto che sta al Ministero invece di mettersi alla scrivania sta sul tetto a guardare i gabbiani?” scrive Pacetti sul suo post.

“Mi dispiace molto per i poveri gabbiani abituati a stare sul tetto di un Ministero sempre vuoto, spaventati da questa improvvisa presenza” conclude Pacetti, alimentando la polemica.

Le tensioni tra Lega e Movimento 5 Stelle, dunque, continuano e passano anche attraverso dei gabbiani.