Me

Tweet omofobi e razzisti, rimosso il commissario di maturità. La sua difesa: “Scrivo da cittadino libero”

Immagine di copertina

rimosso commissario maturità tweet razzisti – “Per accertare se è vero li metterei in una gabbia con un orango-tango come nel film di Fantozzi”. E poi: “Anch’io ho incontrato una risorsa ‘negro’ sulla tangenziale ovest di Milano che andava in bicicletta sulla corsia di emergenza contromano. Spero che l’abbiano travolto”. Ancora, commentando il video di un’aggressione compiuta da uno straniero: “Bisogna girare con la pistola e quando uno ti aggredisce sparargli nei coglioni”.

L’autore dei tweet razzisti e omofobi è Carlo Gallarati, ingegnere di Broni e insegnante in pensione. Nominato presidente di commissione alla maturità per due classi del liceo scientifico Copernico di Pavia, dopo le segnalazioni degli alunni e insegnanti che hanno trovato i commenti, sarà sostituito e il nuovo presidente sarà nominato nei prossimi giorni.

insulti razzisti professore

A prendere la decisione è stato l’Ufficio scolastico regionale che , dopo la segnalazione del caso da parte di Mauro Casella, il preside del liceo all’Ufficio scolastico provinciale, aveva chiarito che sarebbero stati presi provvedimenti.

Arrivato anche il commento del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti: “Ho appreso dalla stampa di dichiarazioni intollerabili da parte di un insegnante in pensione di Pavia, gravissime e inconciliabili con l’incarico di presidente di commissione alla maturità. Per questo, l’ufficio territoriale del Ministero, dopo gli opportuni accertamenti, ha già provveduto a sostituirlo, nominando un nuovo presidente di commissione”.

rimosso commissario maturità tweet razzisti | La difesa del docente

In un’intervista rilasciata a La Provincia Pavese, Gallarati, che dopo le segnalazioni ha oscurato il suo profilo Twitter, si era difeso: “Sono stato insegnante 35 anni anche in una scuola serale, con tanti stranieri, non ho mai avuto problemi con loro. Su Twitter scrivo come cittadino libero. Chi mi conosce sa che sono un bravo insegnante”.

I ragazzi autori della segnalazione, intervistati dal quotidiano, hanno esternato le loro preoccupazioni perché in una delle due classi sono solo cinque i compagni a non avere origine straniera. “Abbiamo un compagno nero. Leggere certe cose sul profilo del professore, lui che parlava di investire un ‘negro’ in tangenziale, ci ha preoccupato” hanno sottolineato alcuni studenti.