Me

Ostia, trovato morto cucciolo di capodoglio. Si indaga sulle cause

Immagine di copertina
Il cucciolo di capodoglio trovato spiaggiato, senza vita, nel tardo pomeriggio sulla costa di Ostia, nella zona sud, 10 giugno 2019. ANSA/DARIO NOTTOLA

Capodoglio Ostia | Trovato morto un cucciolo di capodoglio “rosa” sul litorale di Ostia

Uno spettacolo triste e preoccupante quello dell’ennesimo esemplare di capodoglio trovato morto sul litorale di Ostia ieri, 10 giugno.

La carcassa del cucciolo di capodoglio si trovava nella zona sud della costa di Ostia, precisamente all’altezza del Lido Il Gabbiano.

Si tratta di un esemplare femmina, lungo circa cinque metri e in avanzato stato di decomposizione. I soccorritori dopo aver ritrovato l’animale sulla battigia, l’hanno trasportato sulla spiaggia.

La Capitaneria di Porto ha raccolto la segnalazione assieme ai ricercatori della Oceanomare Delphis Onlus, associazione da tempo in prima linea del monitoraggio e la salvaguardia dei delfini nel litorale romano.

I soccorsi dopo aver messo in sicurezza la carcassa hanno atteso il personale dell’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana che procederanno all’autopsia per accertare le cause del decesso.

Capodoglio morto | Casi precedenti

Già a marzo un capodoglio femmina di 6 metri era stato trovato spiaggiato a Porto Certo, in Sardegna. L’animale aveva 22 chili di plastica nella pancia, tra cui piatti, buste e tubi.

Al febbraio scorso invece risale il ritrovamento della carcassa di un cetaceo lungo circa dieci metri spinta dalla corrente vicino alla riva a Ponza, nella zona di Cala Feola.

Il capodoglio si trovava sulla spiaggia di Cala Romantica, nei pressi della nota località turistica sarda.

E ancora in Sicilia, a maggio scorso, Greenpeace aveva dato la notizia di un giovane esemplare di capodoglio di sei anni trovato morto sulla spiaggia siciliana di Lascari, tra Cefalù e Buofornello.

A Porto Cervo è stato trovato un capodoglio con 22 chili di plastica nella pancia e un feto in decomposizione

L’inquietante post di Greta Thunberg nella Giornata Mondiale per gli Oceani