Me

Visite fiscali 2019: Polo Unico Inps anche per Forze Armate, Polizia e Vigili del Fuoco

Immagine di copertina

Visite fiscali 2019 Forze Armate: Polo Unico Inps anche per Polizia e Vigili

Visite fiscali 2019 forze armate | Con il messaggio 2109 del 3 giugno 2019 l’Inps ha comunicato delle importanti novità ai corpi delle Forze Armate e di Polizia per quanto riguarda le visite fiscali 2019.

Gli appartenenti alle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica), ai Corpi armati dello Stato (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Penitenziaria) e al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, infatti, come reso noto dall’istituto di previdenza, sono stati “assoggettati alla normativa del Polo Unico della medicina fiscale”, dalla quale erano stati inizialmente esclusi dopo l’entrata in vigore del Decreto Madia nel 2017. Tale esclusione, di fatto, aveva reso impossibile per l’Inps effettuare i dovuti controlli medici per quanto riguarda queste categorie di dipendenti pubblici in caso di assenza per malattia: le visite fiscali, quindi, erano rimaste a carico delle singole amministrazioni pubbliche.

Le regole del Decreto Madia in merito alle visite fiscali, comunque, venivano già rispettate anche da queste categorie di lavoratori, quindi in realtà la novità più importante diffusa dall’Inps con il suo messaggio riguarda i datori di lavoro: le singole amministrazioni, come chiarito dalla Ragioneria dello Stato, potranno ora richiedere l’intervento del Polo Unico Inps.

Per tale ragione si è quindi reso necessario un aggiornamento del “Portale aziende online- Richieste di visite mediche di controllo” al fine dell’inserimento delle amministrazioni legate ai suddetti Corpi. Ulteriori chiarimenti dovranno essere forniti dall’istituto presieduto da Pasquale Tridico per quanto riguarda l’obbligo, non previsto per queste categorie di lavoratori per ragioni di sicurezza, di trasmissione del certificato medico; in tal senso, quindi, non vi sono particolari cambiamenti sulle regole per le visite mediche di controllo d’ufficio, che sono però attese per il futuro.

La novità più rilevante è, appunto, quella relativa al fatto che il costo delle visite fiscali sarà da ora in poi a carico dell’Inps: “Dunque, per il personale dipendente appartenente ai ruoli delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, i rispettivi datori di lavoro, in caso di assenza dal servizio per malattia, potranno richiedere visite mediche di controllo nell’ambito della normativa sul Polo Unico della medicina fiscale e senza oneri a loro carico”, è infatti quanto si legge nel messaggio del 3 giugno 2019 dell’istituto di previdenza.

Visite fiscali, gli orari e le fasce di reperibilità nel 2019 per dipendenti pubblici e privati