Me

Come abbronzarsi velocemente: i cibi da assumere per la tintarella perfetta

Immagine di copertina
Come abbronzarsi velocemente

Come abbronzarsi velocemente – Dopo un mese di maggio caratterizzato da pioggia e maltempo, finalmente è arrivato il caldo e la bella stagione. Al momento le temperature risultano superiori alla media e tutti quindi sono pronti a sbracciarsi o a stendersi in spiaggia in cerca di qualche raggio di sole per scacciare il pallore dell’inverno.

Dunque la stagione dell’abbronzatura è ufficialmente iniziata: ecco allora che possono venire in soccorso alcuni tipi di alimenti che favoriscono la produzione di melanina, pigmenti elaborati da particolari cellule dette melanociti situate nello strato basale dell’epidermide, da cui dipende il colorito dorato tipico dell’estate. 

L’alimentazione è fondamentale per la riuscita di una bella abbronzatura e i cibi maggiormente consigliati sono quelli ricchi di acqua, vitamine e sali minerali. L’acqua, soprattutto in estate, è essenziale per mantenere la pelle idratata e dunque predisporla ad abbronzarsi al meglio.

Da assumere anche il beta carotene, uno dei pigmenti vegetali (di colore rosso, giallo e arancione) che sono precursori della vitamina A (retinolo). Importante anche assumere antiossidanti, agenti che prevengono o rallentano il fenomeno dell’ossidazione.

Utili sono anche gli Omega 3 e Omega 6, presenti nei semi di lino, nel pesce, nella frutta secca, che insieme alla vitamina E aiutano a mantenere l’elasticità dell’epidermide e contrastano il foto-invecchiamento.

Dunque gli alimenti da assumere per una tintarella perfetta sono, senz’altro, le carote in quanto ricche di betacarotene e di vitamina A. Un modo veloce per inserirle nella propria “dieta” è quello di prevederle come ingrediente in estratti e frullati.

Anche gli spinaci sono molto ricchi di vitamina A e di luteina, sostanza che aiuta a proteggere la vista dalle radiazioni solari. Da menzionare anche il radicchio rosso, ricco di vitamina A così come le albicocche, pomodori, lattuga e sedano.

Cicoria e rucola sono molto ricche di sali minerali, in particolare potassio, calcio e ferro. Anche il melone non deve mancare in tavola in quanto ad elevato contenuto di acqua e zuccheri.

Ciliegie e anguria, invece, sono ricche di carotenoidi e sali minerali.

Rifiuta la chemioterapia per curare il cancro con la dieta vegana: mamma muore a 40 anni

La dieta di Meghan Markle per rimettersi in forma dopo la gravidanza