Me

Procedura infrazione, Oettinger: “Decisione commissione su Italia tardiva”

Immagine di copertina

Procedura infrazione, Oettinger (Ue): “Su Italia commissione deciso tardi” 

Procedura infrazione dichiarazioni Oettinger – Sulla procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per debito eccessivo, la Commissione europea ha deciso troppo tardi.

Lo dichiara il politico tedesco Guenther Oettinger, commissario europeo per il Bilancio, in un’intervista al settimanale economico Wirtschaftswoche.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA PROCEDURA DI INFRAZIONE

Oettinger ha criticato i suoi colleghi e fatto anche mea culpa per aver ritardato troppo le decisione sull’Italia.

“Avremmo dovuto intervenire prima in alcuni paesi dell’Eurozona perché il nuovo indebitamento è aumentato troppo. Ora per l’Italia è troppo tardi”,

Secondo Oettinger, infatti, i procedimenti con i Primi ministri europeisti Matteo Renzi e Paolo Gentiloni sono stati rinviati perché elezioni erano pendenti.

Il tedesco aveva già parlato alla stampa in mattinata dichiarando che la procedura nei confronti dell’Italia era pressoché inevitabile.

Oettinger, infatti, aveva detto che l’Italia non poteva rappresentare un rischio per l’intera Eurozona e che il governo italiano si sarebbe dovuto prendere la responsabilità di questo.

Il commissario europeo per il Bilancio lo scorso anno era salito alla ribalta della cronaca per via di una frase a lui attribuita, che poi si era rivelata una bufala.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA PROCEDURA