Me

Procedura infrazione, il vicepresidente della Commissione UE: “Prima devono esprimersi gli Stati membri”

Immagine di copertina

Procedura infrazione, Dombrovskis: “prima devono esprimersi gli stati UE” | 

Procedura infrazione dichiarazioni Dombrovskis – Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione UE, riguardo la procedura di infrazione nei confronti dell’Italia, ha specificato che “la procedura non verrà aperta oggi perché prima devono esprimersi gli Stati membri”.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA PROCEDURA SUL DEBITO

Dombrovskis ha precisato che la procedura è giustificata perché l’Italia “non ha rispettato la regola del debito”.

L’ex Primo ministro della Lettonia, poi, ha invitato l’Italia a seguire un cammino di ripresa così come già fatto da altri paesi.

L’Italia, infatti, secondo quanto dichiarato da Dombrovskis non “può spendere quando non c’è spazio per farlo”.

Dombrovskis ha anche detto che la questione da affrontare nella UE va al di là della procedura stessa dal momento che in Italia la crescita è quasi al palo.

Il vicepresidente della Commissione Ue, poi, ha affermato che l’Italia deve riconsiderare la sua traiettoria di bilancio, poiché quello attuale non ha fatto altro che creare danni.

Secondo Dombrovskis, infatti, “la crescita va giù, gli interessi sul debito salgono e c’è un impatto negativo sugli investimenti”.

Le affermazioni di Dombrovskis anticipano quelle del premier di Conte, che poco prima aveva dichiarato che avrebbe fatto di tutto per evitare la procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia.