Me

Venezuela: Guaidò apre alle trattative con Maduro

Immagine di copertina

Venezuela news 22 maggio | Il leader dell’opposizione Juan Guaidò sarebbe disposto a sedere al tavolo dei negoziati con il presidente Nicolas Maduro.

La notizia è stata data il 22 maggio dal New York Times, che spiega che le due parti hanno inviato alcuni dei loro funzionari in Norvegia per trattare e trovare così una soluzione alla crisi politica nel paese latinoamericano.

Venezuela: la situazione nel paese latinoamericano dall’inizio della crisi

Fino ad oggi Guaidò si era sempre rifiutato di aprire un canale di dialogo con il presidente venezuelano: il suo cambio di rotta evidenzia un indebolimento dell’opposizione al governo di Maduro, che può ancora contare sul sostengo dei militari.

Di recente il capo di Stato aveva proposto di indire elezioni parlamentari anticipate, ma Guaidìò ha rifiutato l’offerta e definito “cinico” e “usurpatore” Maduro, accusandolo di voler riprendere il controllo dell’Assemblea nazionale (An) da lui presieduta e in mano all’opposizione.

In un discorso nel plenum della An, Guaidó ha dichiarato che “è davvero cinico che chiedano di anticipare le elezioni parlamentari quando tutti sappiamo che quello che ci ha portato a questa situazione è il non aver celebrato elezioni libere”.

Venezuela news – Il 20 maggio Maduro, in un comizio tenutosi davanti al palazzo presidenziale di Miraflores, aveva proposto all’opposizione di anticipare il voto per il Parlamento “per vedere chi ha i voti, per vedere chi vince”.

“Per avere una elezione libera ci vuole la libertà, e prima si devono rinnovare tutti i poteri dello Stato. E su questo non ci sono dubbi”, è stata la risposta di Guaidò.

Intanto Mosca continua ad accusare gli Stati Uniti di voler attuare un nuovo golpe nel paese latinoamericano dopo il fallito sollevamento del primo maggio. A lanciare le accuse contro Washington è stato il ministro degli Esteri russo Ryabkov.

Scontro Russia-USA dopo il fallito golpe: “Non vi intromettete”