Me

Europee 2019 news 22 maggio | Salvini e Di Maio: “Dopo il voto il governo non cade”

Immagine di copertina

Europee 2019 news 22 maggio | Elezioni europee | Elezioni europee Italia

Europee 2019 – Mancano quattro giorni al voto e la campagna elettorale si fa sempre più infuocata [come si vota alle elezioni europee]. Di seguito gli ultimi aggiornamenti sul dibattito politico in corso in Italia e negli altri stati membri.

Qui tutte le ultime news sulle elezioni europee

Non sai chi votare alle europee? Scoprilo rispondendo a 30 domande

Cosa dicono gli ultimi sondaggi elettorali

Le 10 decisioni del Parlamento europeo che ci hanno cambiato la vita nel corso dell’ultima legislatura

Europee 2019 news | Lega

Il vice premier Matteo Salvini si sbilancia e parlando del voto del 26 maggio, dice in diretta Tv su Canale5: “La Lega sarà tra i primi partiti, cambieremo le regole europee” (Qui i dettagli).

“Non occorre essere uno scienziato per capire che la Lega molto probabilmente sarà il primo partito in Italia, ma userò questo consenso per cambiare l’Europa, non chiederò mezzo sottosegretario in più”, ha dichiarato il leader della Lega, Matteo Salvini, durante il programma tv Carta bianca, in onda su RaiTre.

“Il Governo va avanti fino al 2023, domenica si vota per cambiare l’Europa”, ha aggiunto il vicepremier leghista e ministro dell’Interno. “Voglio andare in Europa per difendere il nostro made in Italy, i nostri imprenditori, i nostri lavoratori. Mi dispiacciono alcuni attacchi, alcuni toni, sono contento per quello che abbiamo fatto per gli italiani in questi mesi. Abbiamo altri quattro anni per andare avanti, dopo le elezioni mi auguro che i toni si abbassino”.

Europee 2019 news | M5S

Un rimpasto di governo dopo il 26 maggio? “Le elezioni europee non mi sembra cambino la composizione del Parlamento, quindi il tema non si pone per quanto mi riguarda”, ha dichiarato il vicepremier M5S Luigi Di Maio. “C’è chi sceglie di parlare dello stesso tema da un anno e chi invece si occupa del Paese. In Italia abbiamo un problema, l’immigrazione. Un’emergenza la corruzione. E una priorità, il lavoro”, ha aggiunto il capo politico pentastellato.

Europee 2019 news | Pd

“Il Pd persegue unità e aggregazione verso le cose giuste, come lo chiede l’Italia che vuole riaversi dal bagno di instabilità e di ubriacatura di questo governo”, ha dichiarato il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, a margine di un evento a Pozzuoli, in provincia di  Napoli. “L’ obiettivo è rigenerare un campo di forze economiche, culturali e sociali per unire ed aggregare. Roberti rappresenta un’esperienza di vita civile per costruire un nuovo campo civico. Nel senso giusto vanno anche la mobilitazione di studenti e docenti in tutto il Paese”.

Il Partito Democratico alle elezioni Europee 2019 andrà “ben oltre il 20%”. A dichiararlo è il segretario del PD Nicola Zingaretti, interpellato sull’argomento nel videofurum di Repubblica (Qui i dettagli).

Europee 2019 news | Forza Italia

“Credo che la Lega non possa essere votata da chi non vuole che questo governo continui”, ha dichiarato ieri sera il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ospite de programma tv Porta a Porta, in onda su RaiUno. “Votare la Lega vuol dire che questo governo vada avanti. Votare Fratelli d’Italia sarebbe votare per un governo con Pd e M5s, un incubo, il governo più a sinistra della storia”.

Intanto Antonio Tajani, presidente dell’Europarlamento uscente ed esponente di spicco di Forza Italia, stima il partito del Cavaliere oltre il 10 per cento: “Tutti i sondaggi ci danno oltre il 10 per ceto, anche chi ci dava sotto il 10 per cento ora ci dà sopra”, ha fatto notare Tajani, intervistato durante il programma tv Otto e Mezzo, su La 7. “Abbiamo fatto capire quale sarà il ruolo di Forza Italia: senza Forza Italia non c’è centrodestra e senza centrodestra non si risolvono i problemi del Paese”.

La guida al voto di TPI

Dove votare: come trovare il proprio seggio 

Quali sono i documenti da portare al seggio

• Chi sono i candidati di ogni partito

• Quali sono i gruppi politici del Parlamento Ue

Europee 2019 news | Francia: i big sono in fondo alle liste

Un articolo del quotidiano francese Le Monde sottolinea che alcuni dei nomi di spicco dei vari partiti compaiono solo negli ultimi posti delle rispettive liste elettorali.

È il caso, ad esempio, di Marine Le Pen e Jean-Luc Mélenchon, leader rispettivamente di Rassamblement Nationale e France Insoumise, entrambi penultimi in lista al 78esimo posto.

Penultima anche Eva Joly, ex eurodeputata di Europa Ecologia e candidata alla presidenza francese nel 2012, mentre Antoine Waechter, candidato presidente dei Verdi nel 1988, è all’ultimo posto nella lista di Generazioni ecologica, dietro di una sola casella a Delphine Batho, ex deputata socialista e ministra dell’Ecologia tra il 2012 e il 2013.