Me

Reddito di cittadinanza, Parisi: “Dal 24 giugno al via il sistema per accompagnare al lavoro”

Immagine di copertina

Reddito di cittadinanza Ultime notizie | Parisi (Anpal): “Al via seconda fase”

🔴 SE CERCHI LE ULTIME NOTIZIE SU LAVORO E REDDITO DI CITTADINANZA, CLICCA QUI 

REDDITO DI CITTADINANZA ULTIME NOTIZIE – Il presidente di Anpal, Domenico Parisi, ha annunciato in una lunga intervista a Il Sole 24 Ore l’inizio della seconda fase del reddito di cittadinanza (qui tutte le ultime notizie).

Come noto, infatti, i beneficiari del nuovo sussidio introdotto con il decreto 4/2019 dovranno seguire un percorso ben preciso al fine di migliorare la propria condizione sociale e lavorativa.

“Dal 24 giugno le regioni saranno in grado di gestire le politiche attive del lavoro, registrando i nominativi dei percettori del Reddito di cittadinanza nella piattaforma comune, per procedere con le convocazioni individuali”, ha dichiarato il numero uno dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive sul Lavoro.

Parisi ha poi aggiunto un monito per i cosiddetti furbetti: “Diventerà operativa la condizionalità e per chi non si presenta ai centri per l’impiego, scatterà la segnalazione all’Inps con la sospensione del sussidio”.

Il presidente di Anpal ha fatto un punto chiaro della situazione: “Abbiamo già trasmesso i 120mila nominativi da avviare al percorso personalizzato di inserimento lavorativo della prima finestra di marzo. Possono essere convocati anche oggi, con telefono, email o sms, in sessioni informative di gruppo da svolgere nella fase transitoria che terminerà il 24 giugno. A partire da quella data tutta l’operazione verrà gestita con la piattaforma digitalizzata”.

Domenico Parisi rivendica il successo della prima fase “portata avanti senza intoppi e nei tempi previsti” e auspica di chiudere rapidamente la fase di “rodaggio”.

Reddito di cittadinanza ultime notizie | Parisi: “I navigator? Operativi da luglio”

Il presidente Anpal è poi passato a parlare della questione navigator, le figure professionali deputate ad assistere i beneficiari del sussidio nel loro percorso verso la ricerca di un impiego.

“I navigator saranno assunti a fine giugno per essere operativi nelle prime due settimane di luglio. Organizzeremo tre meeting di orientamento per Nord, Centro e Sud, poi 7-10 giorni di formazione intensiva. Ci sarà anche una formazione continua on the job, con una decina di moduli da completare e un test per certificare la fine del percorso. Il navigator, per essere riconosciuto, deve essere certificato da Anpal. I contratti sono di collaborazione biennale”, ha aggiunto incalzato sulla problematica dei navigator annunciati da tempo dal ministro del Lavoro Luigi Di Maio.

Chiude l’intervista annunciando la realizzazione di una piattaforma digitale made in Italy in cui si incontrino domanda e offerta. Nega, infine, la possibilità di un conflitto di interessi interno in quanto Anpal non utilizzerà la sua app prodotta in Mississippi.

Concorso Navigator, la Campania si rifiuta: bloccate le 13mila domande

Concorso Navigator, cresce l’attesa per la data della prova selettiva e l’elenco degli ammessi