Me

Mare Jonio, Di Maio: “Spero che la nave smetta di girare il Mediterraneo”

Immagine di copertina
Mediterranea Mare Jonio

Mare Jonio Di Maio commento | “Spero che la Mare Jonio smetta di girare Mediterraneo”. Queste le parole del vicepremier pentastellato, Luigi Di Maio, per commentare il sequestro della nave a Lampedusa con 30 migranti salvati in mare ancora a bordo.

Alle 12.25 del 10 maggio la nave gestita dall’ong italiana Mediterranea è attraccata nel porto di Lampedusa dopo aver avuto il via libera da parte del Viminale.

Poi il ministro del Lavoro ha continuato: “Le decisioni che sono state prese come sempre sono di tutto il governo. La cosa positiva è che questa nave è stata sequestrata un’altra volta, spero che si arrenda e smetta di girare nel Mediterraneo, facendo una serie di azioni che evidentemente hanno qualcosa che non va”.

La nave è al centro di un nuovo “caso”, punto focale il salvataggio da parte della Mare Jonio di 30 migranti al largo delle coste della Libia. L’accaduto divide il dibattito su due fronti contrapposti: principalmente il ministro dell’Interno, e la Ong Mediterranea.

Fin dalla sera del 9 maggio va infatti avanti il botta e risposta tra Salvini e la Ong, scontro che si è svolto ancora una volta sui social.

Il motivo dell’attracco a Lampedusa è il sequestro, deciso dopo aver riscontrato irregolarità a bordo.L’accusa per la quale le fiamme gialle, con le capitanerie di porto, stanno procedendo al sequestro è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, come hanno riferito fonti del Viminale.

Salvini: “Mare Jonio non entrerà a Lampedusa da nave libera”

Sequestro Mare Jonio, la Ong Mediterranea attacca il Governo