Me

Malpensa accoglie i voli di Linate: cosa succederà

Immagine di copertina

Con la chiusura per tre mesi dell’aeroporto di Linate, Malpensa si appresta ad ospitare i voli programmati per lo scalo milanese e ciò si tradurrà in modo inevitabile in un aumento dei flussi di passeggeri. Anche per questo motivo è stata avviata una petizione, che ha permesso di raccogliere fino a questo momento più di 600 firme, per la realizzazione di un nuovo parcheggio.

I sindaci dei Comuni che fanno parte dell’area di Malpensa non nascondono la propria preoccupazione per quello che accadrà dal 27 luglio in poi, e fino al prossimo 27 ottobre. Se già la crescita del traffico aereo è destinata a favorire un incremento del rumore, non si deve sottovalutare il fatto che più viaggiatori avranno bisogno di più posti auto.

I parcheggi non sono sufficienti

Quello del parcheggio Malpensa si pone, dunque, come un problema di difficile risoluzione, perché gli spazi che ci sono a disposizione in questo momento non sono ritenuti sufficienti. Per altro, è opinione comune che il problema non svanirà con l’apertura dell’area vicina al terminal 2 che aumenterà la disponibilità di posti auto di 2mila unità.

Il presidente di Volandia Marco Reguzzoni nel presentare il piano di sviluppo del parco di Case Nuove ha messo in evidenza l’intenzione di dare vita a un parcheggio con 1.500 posti che in linea teorica è stato pensato per i visitatori del museo ma che, nei 3 mesi di emergenza che stanno per arrivare, potrebbero essere sfruttati anche dagli operatori aeroportuali.

Le perplessità di Somma Lombardo

L’area in questione per il momento è a destinazione agricola, e ciò ha suscitato delle forti perplessità all’interno del consiglio comunale di Somma Lombardo, il paese in cui si trova il terreno. Il museo ogni anno viene visitato da circa 150mila persone, il che vuol dire che si è nettamente al di sotto dei 1.500 visitatori al giorno.

Il progetto del nuovo parcheggio, però, ha già ottenuto le firme di 600 cittadini sommesi nell’ambito della petizione che è stata sostenuta dagli Amici di Volandia.

Il rischio, in assenza delle debite precauzioni, è che in piena estate ci si trovi nel caos più totale, con situazioni di illegalità che già si sono verificate lo scorso anno.

Dove parcheggiare legalmente

Per avere la certezza di usufruire di un parcheggio Milano Malpensa sicuro, legale e a basso costo si può fare riferimento a Parkos.it il servizio di comparazione delle tariffe delle varie aziende di parking che si trovano nelle vicinanze dello scalo varesotto.

Chi ha in mente di prenotare il parcheggio in anticipo può essere sicuro di approfittare di un servizio impeccabile sotto tutti i punti di vista, e in ogni caso è possibile leggere le recensioni che sono state pubblicate dagli altri utenti.

Come trovare parcheggio

L’aeroporto di Malpensa può essere raggiunto in auto senza troppe difficoltà, e i migliori parcheggi raccomandati da Parkos costituiscono una valida alternativa rispetto a quelli interni allo scalo. Tutti i posti auto si trovano al massimo a dieci minuti di distanza dal terminal di partenza e sono custoditi, sia nel caso dei parcheggi al coperto che nel caso di quelli scoperti.

I veicoli sono sempre sorvegliati, e la qualità dei servizi garantiti è molto elevata: lo dimostra, tra l’altro, la disponibilità della navetta gratuita che permette di essere accompagnati in aeroporto senza che ci si debba muovere a piedi.

La prenotazione online

Nel momento in cui si prenota un parcheggio con Parkos, la procedura viene memorizzata dal sistema, il che elimina qualunque problema tecnico. Il processo è del tutto automatico, e in non più di 10 minuti viene spedita una mail di conferma al cui interno sono riportati i dati che sono stati indicati, inclusi quelli relativi al veicolo. Nel caso in cui ci si accorga che non tutte le informazioni presenti nel messaggio di posta elettronica sono corrette, è possibile contattare in qualunque momento il servizio di assistenza clienti.