Me

Fa sesso con l’amico del figlio 14enne alla festa di compleanno, il tribunale la assolve

Immagine di copertina
Kimberly Abell

SESSO AMICO FIGLIO – A Longford, in Irlanda, una donna di 33 anni è stata assolta dall’accusa di abuso su minore da un tribunale locale.

Kimberly Abell, questo il nome della donna, nel 2016 aveva avuto due rapporti sessuali con l’amico 14enne di suo figlio durante una festa di compleanno.

Solo in questi giorni però è arrivata la sentenza nel processo a suo carico.

La donna, all’epoca dei fatti, si era difesa affermando di ignorare la reale età del ragazzo: “Pensavo avesse 18 o 19 anni”.

Una tesi ribadita anche durante il dibattimento, e che alla fine è stata accolta dai giudici. Kimberly Abell, infatti, è stata giudicata non colpevole proprio perché, secondo il tribunale, “non era a conoscenza dell’età del ragazzo”.

La denuncia era partita dalla madre del 14enne, scioccata per quanto successo al ragazzino. Il rapporto, secondo quanto emerso, era consenziente.

Il tribunale ha ritenuto di credere alla versione dell’imputata nonostante fosse venuto fuori che la stessa, durante il party, era in stato di ubriachezza.

Altri adulti presenti a quella festa si erano ubriacati allo stesso modo. Un party, insomma, che è degenerato.

Kimberly Abell ha fatto sesso col ragazzino anche la mattina successiva, dopo essersi trattenuta a dormire in quella casa.

Il 14enne e la donna si sono poi inviati messaggi per alcuni giorni. Alla fine però il ragazzo ha deciso di raccontare tutto ai genitori. Da lì è scattata la denuncia ed è partito l’iter processuale.

I giudici però, dopo il dibattimento e una breve camera di consiglio, hanno scagionato la 33enne.