Me

Libia, 42mila sfollati a Tripoli dall’inizio del conflitto

Immagine di copertina

Secondo le Nazioni Unite gli sfollati a Tripoli hanno raggiunto quota 42mila, dall’inizio degli scontri in Libia.

L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha) sta monitorando situazione. L’Ocha fa sapere che un bambino è rimasto ucciso e altri tre sono stati feriti in attacchi aerei negli ultimi tre giorni, secondo i partner del settore sanitario.

Il 28 aprile un ospedale a Sud di Tripoli, nell’area di Espeaa è stato bombardato. In seguito al raid, la struttura è stata evacuata.

Circa 3.350 rifugiati e migranti rimangono intrappolati in centri di detenzione situati in aree colpite dai combattimenti o in aree a rischio di conflitto armato.

Libia, orrore nel centro di detenzione a Tripoli: spari e urla contro i migranti

Dall’inizio degli scontri sono oltre 300 i morti, di cui 90 bambini e 100 donne.