Me

Roma, incendio in una discarica nel quartiere Collatino: “Natura dolosa”

Immagine di copertina

INCENDIO DISCARICA ROMA – Un grosso incendio è divampato nella tarda serata di giovedì 25 aprile 2019 sulla via Collatina Vecchia, a Roma est. Il rogo, secondo le prime informazioni raccolte dalle forze dell’ordine, si è originato all’interno di una discarica abusiva nei pressi della stazione ferroviaria Palmiro Togliatti.

Fin da subito, gli abitanti del quartiere hanno sentito un forte odore di bruciato e hanno visto così una densa colonna di fumo sollevarsi sulla zona. I vigili del fuoco hanno lavorato per tutta la notte per domare le fiamme.

Non risultano feriti a causa dell’incendio nella discarica di Roma est. Sono ancora da accertare le cause che hanno portato al rogo: sembra che a bruciare siano stati alcuni materiali di risulta, forse tossici.

“Riteniamo sia un incendio doloso“, ha dichiarato il comandante della polizia locale di Roma, Antonio Di Maggio. “L’area era stata sottoposta a sequestro penale dalla polizia locale a febbraio e a giorni doveva essere bonificata”, ha aggiunto il comandante, che ha spiegato che lì venivano sversati dai nomadi del vicino campo alcuni rifiuti come parti di elettrodomestici smontati.

L’area in cui sorge la discarica abusiva era stata infatti sequestrata nei mesi scorsi. I cittadini del quartiere avevano più volte segnalato il pericolo per possibili roghi e situazioni pericolose relative alla zona posta sotto sequestro.

Sono servite ben cinque autobotti per domare completamente le fiamme. Il fuoco, infatti, si è propagato molto in fretta. arrivando anche nei pressi di una centrale elettrica.

I residenti sono stati spaventati non soltanto dalle fiamme e dall’odore acre, ma soprattutto per alcune esplosioni che si sono sentite durante l’incendio.

Intanto, il Movimento Cinque Stelle, tramite la deputata Ilaria Fontana, ha sottolineato che “l’incendio di questa notte è l’ennesimo segnale che Roma è sotto attacco. Siamo sempre più convinti che questi roghi tossici non abbiano niente di casuale”.