Me

Arabia Saudita, 37 condannati a morte. Uno crocifisso

Immagine di copertina

Arabia Saudita crocifissione – Il governo dell’Arabia Saudita ha annunciato di aver impiccato a morte 37 persone che erano accusate di terrorismo.

È quanto ha reso noto il ministero dell’Interno di Riad. Lo riporta l’agenzia di stampa statale SPA.

Non sono stati resi noti i reati, ma è stato tuttavia dichiarato che le impiccagioni hanno avuto luogo nella capitale Riad, a Mecca, Medina e nelle province nel Qassim.

Tutte le ultime news dall’Arabia Saudita 

Come riferito da recenti aggiornamenti, delle 37 persone impiccate una è stata crocifissa. Lo ha annunciato un comunicato del ministero degli Interni secondo quanto riportato dall’agenzia ufficiale Saudi Press.

L’Onu ha annunciato il fermo condanna delle esecuzioni avvenute, mostrando le gravi preoccupazioni da parte di esperti e organi delle Nazioni Unite.

L’Alto Commissario per i diritti umani dell’Onu, Michelle Bachelet ha affermato: “E’ ripugnante che almeno tre delle persone uccise fossero minorenni al momento della loro condanna”. Bachelet ha anche esortato il governo dell’Arabia Saudita a correggere la legge antiterrorismo e a vietare la pena di morte per i minori oltre che sospendere le esecuzioni.

Leggi anche: Iran: “L’Arabia Saudita ci invade con milioni di cavallette”