Me

Libia, oltre 260 morti e 32mila sfollati da quando sono iniziati gli scontri a Tripoli e dintorni

Immagine di copertina

Libia morti Tripoli – Il tragico bilancio delle vittime in Libia, da quando sono iniziati gli scontri a Tripoli e dintorni, è arrivato a quota 262, secondo quanto riporta il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), Foad Aodi. Di queste, 80 sono bambini, 18 appartenenti a personale medico, e una donna incinta.

I feriti nella capitale libica sono almeno 1.500. Il personale impiegato sul campo in questi giorni a Tripoli riferisce anche di ospedali colpiti e danneggiati, e di ambulanze e veicoli sanitari distrutte. Qui abbiamo spiegato la guerra in Libia: ovvero, perché si combatte, chi sta con chi e come siamo arrivati fin qui.

Papa Francesco: “Le armi cessino di insanguinare Libia, Siria e Yemen”

Da quando sono iniziati gli scontri in Libia si contano inoltre più di 32mila sfollati. Lo riporta l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha). L’Ocha ha anche precisato che 3.600 rifugiati e migranti nei centri di detenzione sono esposti al rischio di conflitto. Quali sono gli interessi dell’Italia nella guerra in Libia?

ESCLUSIVO TPI: “Senza cibo né acqua, pestati a sangue dai soldati”: la guerra in Libia vista dai migranti rinchiusi nei centri di detenzione [Leggi la storia]

Ultime notizie dalla Libia