Me

New York, tenta di dare fuoco alla Cattedrale di San Patrick: voleva imitare Notre-Dame?

Immagine di copertina
Cattedrale di San Patrick

Mercoledì 17 aprile un uomo di 37 anni ha cercato di entrare nella Cattedrale di San Patrick, nel centro di New York, con due taniche di benzina da cinque litri, un sacchetto contenente altro materiale infiammabile e due accendini da cucina.

A riportare l’accaduto è NBC News, che spiega che l’uomo è stato fermato dal personale all’ingresso della chiesa, in cui i controlli erano stati intensificati in seguito all’incendio di Notre-Dame (per quanto in questo caso si sia quasi certamente trattato di un incidente dovuto ai lavori di ristrutturazione che stavano avendo luogo all’interno della Cattedrale parigina).

Marc Lamparello, questo il nome del sospetto piromane, è stato descritto dagli agenti di polizia come “emotivamente disturbato”.

​Notre Dame, il prete che ha salvato la Corona di spine nel 2015 entrò nel Bataclan

“Quando è entrato nella Cattedrale, è stato fermato dall’ufficiale di sicurezza che gli ha chiesto dove stesse andando e lo ha informato che non poteva accedere alla navata trasportando quel tipo di carico”, ha raccontato il vice Commissario dell’Intelligence e dell’Antiterrorismo John Miller. “Pare che qualche istante dopo delle gocce di benzina si siano rovesciate per terra”, continua.

A quel punto, due agenti dell’antiterrorismo che si trovavano a poca distanza sono stati informati e sono accorsi per interrogare Lamparello, che ha fornito risposte evasive.

Morbillo a New York, scatta l’emergenza in 4 quartieri: obbligatorio il vaccino

Preso in custodia dalle forze dell’ordine, il 37enne ha spiegato che la sua auto “era a corto di gas e che stava prendendo una scorciatoia all’interno della chiesa”. Una giustificazione che non ha convinto le autorità: “Abbiamo controllato la macchina e constato che non era affatto a corto di gas”, ha spiegato Miller.

“A questo stadio è difficile dire quali fossero le sue reali intenzioni”, continua l’agente, sottolineando che Lamparello è già conosciuto dalle forze dell’ordine.

“Stiamo indagando sul suo passato e ci stiamo interfacciando anche con altre agenzie”, ha continuato Miller, concludendo: “Quel che sappiamo per certo, è che trasportare due taniche di benzina altro materiale infiammabile in uno spazio pubblico, e in particolare in un luogo come la Cattedrale di San Patrick, costituisce un pericolo reale per le persone. Per questo motivo, abbiamo deciso di prendere Lamparello in custodia”.

Come è stato possibile che Notre Dame sia andata a fuoco