Me

Salone del Mobile di Milano: l’installazione che fa perdere il fiato

Immagine di copertina

La 58a edizione del Salone del mobile e la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea hanno portato a Milano la vivacità che ci aspettavamo, condita da molte novità, qualche sorpresa e un po’ di pioggia.

Rimanendo al di fuori dei circuiti mainstream, abbiamo selezionato quella che secondo noi è la più grande rivelazione di quest’anno: l’installazione Breathing Panorama dell’Artista cileno Hernan Pitto Bellocchio.

Attraverso l’impiego di uno spirometro, l’installazione amplifica il respiro del visitatore, gonfiandosi e rilassandosi, così da rendere visibile e materiale, anche grazie a uno scenografico uso delle luci e dei colori, un’azione automatica e vitale.

È un’esperienza da non perdere che ci ha fatto tornare uno stupore infantile ormai dimenticato e ha stimolato la riflessione sull’interazione uomo/macchina.

In sintesi, un’opera che fa sognare e riflettere e porta dignità (nuovamente) al ruolo dell’arte e dell’artista. L’installazione è parte della prima mostra personale di Hernan Pitto Bellocchio, a cura di Ilaria Despina Bozzi, ed è visitabile fino al 26 Luglio 2019 presso la Galleria Montrasio di Milano.