Me

Verona, coppia gay costruisce un muro davanti casa per evitare i dispetti dei vicini

Immagine di copertina
Credits: Corriere del Veneto

Una coppia gay di Grezzana, in provincia di Verona, si è costruita un muro di lamiere alto due metri davanti casa per evitare i dispetti dei vicini.

Angelo e Andrea, i nomi dei protagonisti della vicenda, hanno preso questa decisione dopo le innumerevoli minacce e intimidazioni ricevute per essere una coppia omosessuale e sposata.

L’episodio più grave risale all’11 agosto scorso quando la loro abitazione è stata imbrattata con scritte omofobe, svastiche e addirittura benzina gettata sul ballatoio, oltre 30 litri.

Non solo, i due hanno subito anche un’aggressione fisica e ricevuto lettere intimidatorie come quella lasciata nella loro buca delle lettere: “Voi culattoni, negri, ebrei, spastici finirete tutti nelle camere a gas. Viva Mussolini. Viva Hitler”.

La polizia sta indagando sull’autore del gesto della benzina, che al momento ancora non è stato individuato, ma intanto il muro di “pannelli in lamiera acciaio”, come si legge nella nota della polizia locale, è stata giudicata abusiva dall’ufficio edilizia privata del Comune.

“Non c’è rumore che non ci faccia sobbalzare, non c’è notte che dormiamo senza svegliarci di soprassalto”, hanno raccontato Andrea e Angelo così come raccontato dal “Corriere del Veneto.

Anche durante il Congresso delle famiglie di Verona, lo scorso marzo, non sono mancate le aggressioni, stavolta verbali: un giovane è stato fermato dalla Digos e denunciato dopo un episodio omofobo in piazza Bra.

Cos’è il Congresso mondiale delle famiglie in programma a Verona dal 29 al 31 marzo

“Coppie omosessuali e donne single con figli? Non sono famiglie. A Verona per difendere quella naturale”

Usa, il candidato dem bacia il marito in diretta tv. Il vice di Trump: “È peccato”