Me

Fa un’operazione per dimagrire in ospedale: 29enne muore dopo due settimane di agonia

Immagine di copertina
Raffaele Arcella

Potrebbe trattarsi di un caso di malasanità: Raffaele Arcella, 29 anni originario di Caivano ma residente a Crispano (Campania), è morto in seguito a un intervento di bypass gastrico a cui aveva deciso di sottoporsi per perdere peso.

Il decesso si è verificato al Policlinico di Napoli, dove l’uomo era stato trasferito d’urgenza in seguito a due precedenti operazioni. Raffaele Arcella lascia una moglie 26enne e un figlio di appena otto mesi.

L’uomo era stato ricoverato il 28 marzo scorso presso la clinica Trusso di Ottaviano. Qui, Raffaele Arcella si era sottoposto al primo intervento di bypass gastrico. Purtroppo, pare che qualcosa nell’operazione sia andato storto: il giorno dopo, il paziente presentava le prime complicazioni, con febbre alta e difficoltà respiratorie.

L’ospedale cade a pezzi e mancano i medici: viaggio di TPI nella sanità da incubo di Sessa Aurunca

L’uomo è stato sottoposto a un secondo intervento, che non ha però sortito gli effetti sperati. Al contrario, le condizioni di Raffaele Arcella si sono aggravate ulteriormente e il 29enne è stato trasferito al reparto di rianimazione del nosocomio napoletano.

Al suo arrivo, le sue condizioni erano disperate e i medici hanno dichiarato  l’imminente pericolo di vita. L’ultima operazione è stata effettuata giovedì 11 aprile. Ma per Raffaele Arcella non c’è stato niente da fare e il padre di famiglia si è spento a Napoli sabato scorso, nello sgomento della sua famiglia e di sua moglie.